fbpx

Silenziato il gene nemico di vene e arterie

Una nuova forma di terapia genica contro le malattie cardiovascolari

Trovato il modo per silenziare il gene nemico di vene ed arterie: la scoperta apre le porte allo sviluppo di farmaci capaci di intervenire a livello genetico impedendo che i vasi sanguigni si ostruiscano dando origine al fenomeno dell’arteriosclerosi e alle più comuni malattie cardiovascolari.

 Autori della scoperta, pubblicata sulla rivista Scientific Reports, sono i ricercatori dell’Istituto di Scienze della Vita della Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa coordinati da Vincenzo Lionetti. Alla ricerca hanno collaborato l’Istituto di Fisiologia Clinica del Consiglio Nazionale delle Ricerche (Cnr) e la Fondazione Toscana G. Monasterio.

Lo studio ha dimostrato che silenziando una proteina, nota già da tempo con il nome di ‘fattore di von Willebrand’, è possibile limitare la produzione di molecole, dette ossidative, che danneggiano le pareti di cuore, vene e arterie. A partire dalla scoperta i ricercatori hanno messo a punto una terapia genica, sotto forma di farmaco, capace di spegnere il gene responsabile della produzione della proteina.