fbpx

Sonno aiuta rendimento scolastico sono correlati, risultati già dopo 5 giorni

Bastano circa 18 minuti in più di sonno a notte per avere una pagella migliore a scuola. Uno studio canadese condotto su bambini delle elementari mostra, infatti, che i loro voti in inglese e matematica aumentano se i piccoli dormono una media di 18 minuti in più a notte per 5 notti di seguito. Lo studio è stato condotto presso la Mcgrill University e pubblicato sulla rivista Sleep Medicine.

Secondo le più aggiornate linee guida statunitensi sul sonno – stilate da varie società tra cui l’Accademia Americana di Pediatria e frutto di oltre due anni di lavoro di un gruppo di esperti capitanato da Charles Czeisler, direttore del dipartimento di medicina del sonno presso il Brigham and Women’s Hospital di Boston – per i bambini da 6 a 13 anni la finestra di tempo ottimale da dedicare al sonno è di 9-11 ore al giorno. Da 14 a 17 anni l’optimum è dormire 8-10 ore, il range consentito è 7-11 ore.

Per valutare l’impatto del sonno sul rendimento scolastico dei bambini delle classi elementari, gli esperti canadesi hanno coinvolto 74 bimbi di 7-11 anni inserendoli in un programma di apprendimento che prevedeva anche l’educazione all’igiene del sonno. Ai bambini è stato anche fornito un “actiwatch” da tenere al polso, un dispositivo simile a un orologio che tiene sotto controllo l’attività di veglia e del sonno di chi lo indossa.

Actiwatch osserva e registra anche l’ambiente circostante, le condizioni di luminosità che inducono o meno il sonno; tutte le informazioni raccolte con il dispositivo sono state poi analizzate dai ricercatori. Gli esperti hanno così rilevato che prolungare anche di poco le ore di sonno del bambino (18,2 minuti per notte per 5 notti, per un totale, quindi, di 91 minuti) è associato a migliori voti scolastici in matematica e inglese.