fbpx

STEATOSI EPATICA NON ALCOLICA. LE BEVANDE GASSATE SONO LA CAUSA PRINCIPALE

La steatosi epatica non alcolica è un altro dei rischi in cui incorrono gli accaniti consumatori di bevande gassate. Secondo uno studio della Tufts University di Boston, e pubblicato sul Journal of Hepatology ,coloro che bevono almeno due lattine di qualsiasi bevanda dolcificata gassata al giorno hanno una maggiore probabilità di sviluppare la steatosi epatica non alcolica  rispetto a quelli che non ne bevono affatto.

I ricercatori hanno preso in considerazione 2.634 uomini e donne di mezza età che hanno dovuto indicare quante e quali bevande dolcificate o contenenti caffeina assumono al giorno, e sono stati sottoposti a tomografia computerizzata per misurare la quantità di grasso nel fegato.

Ne è emerso che la prevalenza di steatosi epatica non alcolica è stata più elevata fra le persone abituate a bere una o più bibite zuccherine ogni giorno, rispetto alle persone che non ne bevevano affatto. Tale prevalenza si è mantenuta alta anche considerando i fattori di rischio per lo sviluppo di questa patologia come l’età, il sesso, l’indice di massa corporea, l’assunzione calorica, il consumo di alcol e il vizio del fumo.

Lo studio evidenzia come le stesse bevande gassate in versione light o diet, non incidono sullo sviluppo di steastosi epatica non alcolica