fbpx

Studio malattie genetiche delinea la mappa della sopravvivenza delle cellule

Passo importante per

Ricostruita grazie ai lieviti la mappa della sopravvivenza delle cellule, e delle migliaia di mutazioni genetiche che possono decidere la vita o la morte di una singola cellula. Il risultato, ottenuto dai ricercatori guidati da Grzegorz Kudla, dell’universita’ di Edimburgo, e descritto sulla rivista Science, e’ stato ottenuto con una tecnica che potra’ aiutare a studiare molte malattie genetiche. I ricercatori, per la prima volta, sono infatti riusciti a misurare e vedere come le diverse combinazioni di mutazioni in un singolo gene possano influenzare il destino di una cellula. Lo hanno fatto producendo ben 60mila forme di lieviti, ognuna con una diversa combinazione di mutazioni in un singolo gene, osservando cosa accadeva. In alcuni casi gli effetti delle diverse mutazioni hanno cancellato le altre, facendo sopravvivere la cellula, mentre in altri si sono sommati insieme riducendone le possibilita’ di sopravvivenza. Si e’ visto inoltre che le mutazioni genetiche con il maggior effetto combinato sulla sopravvivenza tendono a riunirsi in strutture tridimensionali di materiale genetico. Con questa tecnica in futuro si potrebbe arrivare a prevedere la forma delle molecole codificate dai geni. ”Abbiamo messo a confronto 60mila tipi di lieviti mutati l’uno contro l’altro, in una lotta per la vita – commenta Kudla – Sono sopravvissuti quelli capaci di produrre piu’ copie di se stessi e dominare la popolazione. Questa e’ l’evoluzione in azione”. Le cellule prive di mutazioni ”sono quelle che se la passano meglio, e si riproducono piu’ velocemente delle altre – aggiunge Olga Puchta, uno dei ricercatori – . Il che ci dice che quel particolare gene e’ stato configurato al meglio dall’evoluzione”.