Medical News

Nuova collocazione per uno dei due mezzi dell’emergenza presenti a Carpi h24. Inaugurati i locali concessi in uso dal Comune di Carpi nella sede della Protezione Civile

Inaugurata sabato 13 ottobre a Fossoli di Carpi una nuova postazione del 118, che trova spazio nei locali concessi in uso all’Azienda USL di Modena dal Comune di Carpi nello stabile della Protezione Civile di via dei Trasporti 4.
L’ambulanza di stanza a Fossoli, precedentemente in postazione presso il Pronto Soccorso dell’Ospedale Ramazzini, è una delle due presenti con infermiere a bordo h24 per il territorio di Carpi, ed è equipaggiata con attrezzature all’avanguardia impotenciastop.com. La nuova collocazione dell’ambulanza infermieristica assicura una copertura più efficace e tempestiva della città – permettendo di raggiungere più facilmente l’area nord ed est – e del Distretto, accorciando i tempi di intervento su Novi e Rovereto. In caso di eventi maggiori, inoltre, può intervenire a supporto anche verso Cavezzo o aree limitrofe.
La nuova sede garantirà anche un maggior livello di integrazione e collaborazione tra gli operatori del Dipartimento di Emergenza Urgenza e il personale del Nucleo Operativo di Protezione Civile del Comune di Carpi, che si dimostra particolarmente importante soprattutto in occasione di grandi emergenze.

Medical News

Nei giorni scorsi la firma presso la palazzina del Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura. Modifica radicale della struttura, per un approccio integrato ai pazienti psichiatrici

Al via i lavori all’edificio della SPDC-RTI di Carpi (Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura e Residenza a Trattamento Intensivo). Lunedì 12 febbraio, alla presenza del coordinatore per la sicurezza, è stata apposta la firma tra l’impresa aggiudicataria dell’appalto e il direttore dei
lavori dell’Azienda USL di Modena.
L’intervento, finalizzato a una modifica radicale della struttura esistente, prevede la ristrutturazione del piano terra della palazzina e l’ampliamento rispetto all’attuale superficie. Sarà così adeguata alle esigenze normative e cliniche di cura e assistenza delle persone con disagio psichico critico, secondo un modello di presa in carico e di accompagnamento delle fasi acuta e post-acuta, dal ricovero ospedaliero all’avvio della necessaria riabilitazione.
Saranno 120 i mq aggiuntivi (il 32% in più rispetto agli attuali 375 mq) che permetteranno di ricavare nuovi locali giorno e migliorare gli spazi per gli operatori. L’adeguamento di tutta l’impiantistica alle nuove normative e la coibentazione esterna garantiranno inoltre un alto risparmio energetico.
Sempre nell’ambito dei lavori è previsto il miglioramento antisismico dell’intera palazzina. La durata prevista del cantiere è di 12 mesi cui seguirà la fase di collaudo per la piena agibilità della struttura.

Medical News

Denunciata la mancanza delle attrezzature negli ambulatori di Ostetricia e Ginecologia. Già ripristinata la funzionalità degli ecografi e ridotto al minimo il disagio

Lunedì mattina risultavano mancanti all’Ospedale di Carpi sette sonde ecografiche in dotazione agli ecografi degli ambulatori di Ostetricia e Ginecologia. Il furto del materiale, del valore di costo totale di circa 70mila euro, è stato immediatamente denunciato alle Forze dell’Ordine che si sono recate sul posto per il sopralluogo. Ai Carabinieri è stato fornito l’elenco dettagliato del materiale scomparso e a breve anche le immagini di videosorveglianza. 

Per ridurre al minimo il disagio per le persone che nella giornata di oggi dovevano sottoporsi a visite ecografiche urgenti sono state subito predisposte strumentazioni alternative che hanno permesso di mantenere in funzione due dei tre ecografi attualmente a disposizione degli ambulatori. In attesa dello sviluppo delle indagini, gli ecografi sono stati dotati di sonde sostitutive in modo tale da consentire al più presto la piena ripresa di tutte le attività diagnostiche.
La Direzione dell’Ospedale si sta adoperando per ridurre al minimo i disagi alle pazienti anche nei prossimi giorni.

Medical News

Dal 30 ottobre si amplia il servizio dei mezzi Ausl per potenziare il 118. All’Ospedale Ramazzini terminati i lavori al corridoio che unisce i blocchi operatori

A partire dal 30 ottobre sarà ampliata sul Distretto di Carpi l’attività dei mezzi del Sistema di Emergenza Territoriale del 118.
Saranno due i veicoli dell’Azienda USL di Modena presenti h24 e 7 giorni su 7 sul territorio di Carpi, Novi, Campogalliano e Soliera, grazie all’estensione oraria dell’attività della seconda ambulanza I.L lees volledig rapport.S. (Intermediate Life Support), con Tecnico e Infermiere Specializzato in Emergenza e dotata di telemedicina e farmaci salva vita a bordo. Accanto ad esse, completano il sistema i mezzi delle associazioni di volontariato locali (Croce Blu di Soliera e Cri di Carpi).
In anticipo rispetto agli impegni presi dall’Azienda USL, che prevedevano l’ampliamento h24 della seconda ambulanza e relativo personale entro la metà del mese di novembre, questo intervento permette di adeguare il Sistema territoriale del 118 ai più evoluti modelli di gestione dell’Emergenza-Urgenza. Si potenziano così sia la possibilità di assistenza al paziente sul territorio, sia il collegamento con gli Ospedali di Baggiovara e del Policlinico – per il successivo trattamento avanzato nei casi di maggiore gravità (es. trauma maggiore, infarto).
L’intervento di miglioramento del Sistema di Emergenza Territoriale sul Distretto di Carpi è previsto dal piano di riordino approvato dalla Conferenza territoriale socio-sanitaria provinciale.
Proseguono anche i miglioramenti strutturali all’Ospedale Ramazzini, con il completamento del corridoio che unisce, al primo piano, i due blocchi operatori, in modo tale da consentire il passaggio dei sanitari e dei loro pazienti. Resta invece da terminare l’installazione dell’ascensore di collegamento tra i vari livelli: le opere verranno effettuate senza creare disagio al pubblico e consentiranno di migliorare ulteriormente la logistica e i percorsi interni. Per quanto riguarda il blocco operatorio, i tempi di avvio sono stati subordinati alla garanzia del rispetto dei tempi d’attesa per le prestazioni chirurgiche effettuate nella struttura e al perfezionamento del progetto per adattarlo alle nuove dotazioni tecnologiche dell’ospedale.

Medical News

Innovazioni tecnologiche per un’assistenza sanitaria all’avanguardia: sono sette le apparecchiature di ultima generazione che l’Azienda USL di Modena ha acquisito nell’anno 2016 attraverso il contributo di oltre 420.000 Euro erogato dalla Fondazione CR Carpi e che sono oggi già in funzione presso Ospedale e Poliambulatori di Carpi.
L’acquisizione delle attrezzature è il risultato di un’intensa attività di coordinamento tra Fondazione CR Carpi ed Azienda USL di Modena, volta a realizzare interventi mirati, inseriti in un piano organico di costante aggiornamento tecnologico e ad implementare prestazioni diagnostiche e terapeutiche innovative a disposizione dei cittadini.
“Si tratta di un reale cambio di passo nel potenziale tecnologico messo a disposizione dei professionisti – dichiara il Direttore Generale della AUSL Massimo Annicchiarico – che aumenta accuratezza diagnostica ed efficacia degli interventi. Il ringraziamento alla Fondazione è sentito per la chiara volontà espressa di consolidare una collaborazione strategica di lungo periodo”.