Medical News

Concorso pubblico, per titoli ed esame, per la copertura a tempo indeterminato di otto posti di dirigente medico di Patologia clinica

In esecuzione della deliberazione del 17 ottobre 2017, n. 599, e’ indetto concorso pubblico, per titoli ed esame, per la copertura a tempo indeterminato di otto posti di dirigente medico di Patologia clinica.
Il termine ultimo per l’inoltro delle domande e’ fissato improrogabilmente entro il trentesimo giorno dal giorno successivo alla data di pubblicazione del presente estratto.
Il testo integrale del bando e’ stato pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Campania n. 82 del 13 novembre 2017 e sul sito internet aziendale http://www.aslnapoli1centro.it
Per chiarimenti rivolgersi alla U.O.S. dotazione organica – concorsi e mobilita’ – via Comunale del Principe n. 13/A – 80145 Napoli – tel. 081/2542494 – 2211 – 2390.

Medical News

Donazione dell’ UICI e dell’IAPB all’ospedale San Donato di Arezzo in occasione della Giornata mondiale della vista


Uno strumento donato alla UO di Oculistica del San Donato in occasione della Giornata mondiale della vista. Breve cerimonia di consegna questa mattina all’ospedale aretino, alla presenza del direttore dell’Oculistica Andrea Romani, del direttore di presidio Massimo Gialli, del presidente dell’UICI (Unione italiana ciechi e ipovedenti) di Arezzo, Gianlorenzo Casini e del presidente provinciale IAPB (Agenzia internazionale per la prevenzione della cecità) Franco Pagliucoli.
“Lo strumento donato è un video ingranditore – ha spiegato Casini – Consente ai soggetti ipovedenti di ingrandire gli oggetti e la scrittura per favorirne la visione. Lo strumento, del valore di 1500 euro, va ad arricchire la dotazione del Centro di ipovisione di Arezzo, dove ogni anno vengono valutati oltre 400 soggetti ipovedenti. Siamo lieti che la collaborazione con la Asl Toscana sud est abbia ormai messo profonde radici”.
“La prevenzione della cecità passa anche da queste giornate – ha dichiarato Franco Pagliucoli, presidente provinciale IAPB – Ringraziamo la Asl per aver messo a disposizione delle visite gratuite e ringrazio in particolar modo il dottor Romani per l’impegno e l’umanità che da sempre ci dimostra”.
“Grazie per l’amicizia e la volontà di lavorare insieme – ha commentato Massimo Gialli – Siamo sempre più impegnati nell’opera di prevenzione. Se riusciamo ad intercettare la malattia nelle fasi iniziali, non solo si evitano problemi alla persona ma si annullano i costi che la sanità dovrebbe sostenere. Benvengano, dunque, queste iniziative di sensibilizzazione della popolazione”.
“Ormai la nostra attività è capillare in tutto il territorio – ha spiegato Andrea Romani – Abbiamo ambulatori diffusi che operano in rete tra loro e con i presidi ospedalieri. Di fatto, lavoriamo tutto l’anno sulla prevenzione ma le occasioni non sono mai sufficienti per sensibilizzare i cittadini. Ogni anno, nel territorio aretino, la nostra UO di Oculistica esegue 90.000 prestazioni, 6500 interventi chirurgici, 1000 trattamenti laser, 6000 esami diagnostici e 16.000 prestazioni di pronto soccorso. Grazie all’UICI e all’IAPB per l’ennesimo gesto di generosità verso la sanità aretina”.


Alcuni dati: 
In Italia si contano oltre 3 milioni di malati di diabete, il 35% dei quali presentano una retinopatia diabetica. Vengono curati con terapie farmacologiche innovative, farmaci da iniettare nell’occhio, trattamenti laser microinvasivi, laser micropulsato giallo per la rivitalizzazione cellulare.
In Italia il glaucoma interessa il 5% della popolazione sopra i 40 anni. Molti non sanno di esserne affetti: la malattia è silente fino a quando compare la sintomatologia a danno conclamato ed irrecuperabile. Esistono terapie innovative farmacologiche ed utilizzo di protesi, valvole e stent per ridurre la pressione oculare.
Un milione e mezzo di italiani è affetto da maculopatia. Il 40% di loro ha più di 70 anni. La maculopatia non acceca ma determina un grave danno visivo, ipovisione e impossibilità di leggere. Sono possibili terapie farmacologiche innovative con iniezioni endooculari.
Ambliopia, occhio pigro, per difetti visivi o strabismo: interessa il 3,5% della popolazione e può essere curata nell’80% dei casi se diagnosticata precocemente. 
La retinopatia ipertensiva è presente nel 60% dei soggetti ipertesi e nell’80% di coloro che presentano una ipertensione scarsamente compensata.

Medical News

L’Azienda sanitaria provinciale di Trapani è stata individuata come “Centro regionale di riferimento per le dipendenze patologiche”. Lo ha annunciato l’assessore regionale alla Salute Baldo Gucciardi nel corso della “due giorni” organizzata sul tema dall’ASP, a Santa Ninfa ieri pomeriggio e ad Alcamo questa mattina.
Nell’aula consiliare del comune belicino, oltre all’assessore Gucciardi, erano presenti il prefetto di Trapani Giuseppe Priolo, il sindaco Giuseppe Lombardino, il direttore generale dell’ASP Fabrizio De Nicola e il prof. Gabriele Zanardi, neuropsicologo dell’università di Pavia, mentre i lavori sono stati coordinati dal responsabile del Servizio Dipendenze dell’azienda sanitaria Guido Faillace.
Il prefetto Priolo ha presentato il tavolo tecnico interistituzionale sulla prevenzione delle dipendenze istituito dalla prefettura, coordinato dal vice prefetto Rosaria Mancuso.
“Un riconoscimento importante per la nostra azienda – ha detto De Nicola – che svolge da tempo un’opera attiva nella prevenzione delle dipendenze patologiche, sia da sostanze, come alcool, droghe, che da comportamenti, come il gioco d’azzardo patologico o la dipendenza da internet. Cerchiamo di intervenire già nella popolazione adolescenziale, target ad alto rischio di stili comportamentali che possono condurre a dipendenze patologiche. Ma nell’ambito della prevenzione – ha concluso de Nicola – operiamo anche in tutti quegli aspetti sanitari che riguardano la violenza sulle donne, il cyberbullismo, la salute mentale dei migranti, i disturbi del comportamento alimentare, i bambini con deficit di attenzione e iperattività, fino all’autismo”.
Ad Alcamo, questa mattina, presente anche il primo cittadino Domenico Surdi, è stata presentata una indagine campionaria, realizzata dal Ser.T. in collaborazione con I’Università degli Studi di Pavia, e approvata dal Comitato etico aziendale, su “Valutazione dei livelli di fragilità comportamentale adolescenziale attraverso uno studio epidemiologico nelle scuole del Distretto sanitario di Alcamo”.
L’indagine è stata effettuata presso le seguenti scuole: Istituto di istruzione secondaria superiore “G. Ferro”; Liceo statale “V. F. Allmayer, Istituto tecnico economico e tecnologico “G. Caruso” e Istituto di istruzione secondaria superiore “P. Mattarella – D. Dolci.
ll numero totale di soggetti, appartenenti agli istituti del Distretto sanitario di Alcamo, presi in esame nella fase iniziale dello studio (pretest), sono pari a 2.882 e suddivisi in 151 classi. Di questi, dopo l’intervento psico-educativo, sono stati scartati i soggetti a cui non è stato possibile somministrare i re-test. Ne risulta, pertanto, un campione totale di 2103 studenti.
“Lo studio epidemiologico di coorte – ha spiegato Faillace _ ha voluto esplorare in maniera estesa gli stili di vita e relazionali di un gruppo di adolescenti, nel tentativo di individuare e descrivere la presenza di comportamenti ritenuti a rischio. Rilevare la percezione di ciò che viene considerato più o meno interessante e attrattivo (utilizzo di alcol, sigarette, sostanze stupefacenti, etc.), comprendere il significato pratico e simbolico di alcune azioni (relazioni sociali, social network, atteggiamenti di gruppo), conoscere le valutazioni in merito ad alcuni aspetti socio relazionali (chi viene percepito come influente, la relazione con il denaro, comportamenti di coping) potrebbe suggerire indici di fragilità nei confronti delle dipendenze, in particolare quelle cosiddette withoutdrugs.
ln tal senso nella ricerca è stata inserita una valutazione standardizzala della presenza di gambling (gioco d’azzardo), per osservare sia la portata del fenomeno che eventuali correlazioni con i comportamenti e le attitudini del campione
Si è voluto inoltre analizzare – ha concluso Faillace – la possibile modificazione dei profili ottenuti attraverso l’offerta di un programma psicoeducativo che potesse formare ed informare circa gli automatismi e le correlazioni dei comportamenti a rischio”.

Medical News

Martedì 14 febbraio alle ore 10.30 al nuovo ospedale Garibaldi di Nesima

Martedì 14 febbraio alle ore 10.30, presso l’ospedale Garibaldi di Nesima, alla presenza dell’Assessore regionale alla salute, Baldo Gucciardi e del Sindaco di Catania, Enzo Bianco, sarà inaugurato il nuovo Centro di Procreazione Medicalmente Assistita.
La sterilità di coppia rappresenta oggi un problema attuale e con un importante impatto sociale. Le tecniche della struttura saranno quindi finalizzate al trattamento dell’infertilità e applicate qualora non sia possibile ripristinare la fertilità spontanea o qualora i trattamenti sia medici che chirurgici, atti a correggere o rimuovere le cause della sterilità, non abbiano esito positivo.
Per le attività specifiche il nuovo Centro PMA, peraltro afferente al Dipartimento Materno-Infantile diretto dal dott. Giuseppe Ettore, si avvarrà di strumentazione tecnologicamente avanzata e di un personale altamente qualificato, in un contesto di grande comfort e sicurezza.
Il nuovo reparto sarà illustrato agli ospiti da una introduzione del direttore generale dell’Arnas Garibaldi, dott. Giorgio Santonocito.