Medical News

Prende il via domani 17 aprile il programma di attività sportive, di gioco e di intrattenimento che per oltre 5 mesi, sino alla fine di settembre, animerà la grande area che a Reggio Emilia si affaccia su Via Amendola.
Le attività, tutte gratuite, sono rivolte agli adulti, ai bambini, agli adolescenti, agli studenti universitari e alle persone con disabilità e sono il frutto della progettazione partecipata che ha visto lavorare insieme Ausl Reggio Emilia, Comune di Reggio Emilia e UNIMORE oltre ad una serie di partner, ognuno portatore di specifica competenza.
Il programma, che si articola prevalentemente nei pomeriggi infrasettimanali, ha l’obiettivo di rendere quanto più fruibile il Campus, vero polmone verde alle porte della città.
Dopo l’inaugurazione nel luglio 2017 del percorso pedonale di oltre un chilometro e di tre aree dotate di attrezzature sportive miste per l’allenamento individuale, il calendario 2018 arricchisce l’offerta dell’area e promuove diverse attività fisiche e di socializzazione accessibili a tutti. I corsi, che hanno impatto fisico differenziato, non richiedono iscrizione né prenotazione e sono condotti con la supervisione di operatori UISP o di laureati in scienze motorie.

Medical News

Spettacolo acrobatico per i piccoli pazienti

Spettacolo acrobatico in costume per i piccoli pazienti dell’ospedale Bambino Gesu’ a Roma. “Anche dentro di te c’è una forza soprannaturale!” urla l’incredibile Hulk. “Tu sei forte come l’acciaio” gli fa eco Iron Man nella sua brillante armatura. “Non mollare, continua ad andare” è l’incoraggiamento di Flash, l’uomo più veloce del mondo: sono alcuni dei messaggi adesivi che i supereroi hanno lasciato sulle vetrate dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù in occasione della visita di oggi. I supereroi hanno fatto visita ai bambini, portando loro alcuni regali, dopo essere discesi dai tetti dei padiglioni Giovanni Paolo II e Pio XII tra sguardi stupiti e pieni di ammirazione. Scopo dell’iniziativa ideata da EdiliziAcrobatica con la collaborazione del Bambino Gesù è dare vita ad uno spettacolo che possa far vivere una giornata diversa a tutti i piccoli pazienti costretti dalla malattia a perdere il meglio del carnevale. I supereroi, in realtà, sono alcuni tecnici specializzati di EdiliziAcrobatica, azienda italiana del settore dell’edilizia su fune, che, applicando la tecnica di discesa che utilizzano quotidianamente sul lavoro, hanno regalato un emozionante spettacolo acrobatico al pubblico dei giovani malati.

Medical News

Insieme a Venere, sotto una debole pioggia di stelle cadenti

La Superluna più grande e luminosa degli ultimi 68 anni sarà la grande protagonista del cielo di novembre, insieme ad uno sfavillante pianeta Venere: i due ‘mattatori’ conquisteranno il palcoscenico celeste appena ‘bagnato’ da una pioggerellina di stelle cadenti tra le incursioni di cometine e asteroidi, che vestiranno i panni di semplici comparse. A ‘spoilerare’ lo spettacolo che ci attende questo mese sono ancora una volta gli esperti dell’Unione astrofili italiani (Uai).

Luna e Venere protagoniste del cielo di novembre

La grande ‘diva’ sarà ovviamente la luna, che il 14 novembre sarà una ‘Superluna’ da record: oltre ad essere piena e alla minima distanza dalla Terra, apparirà grande e luminosa come non la si vedeva dal 1948. Lo show sarà arricchito dalla congiunzione con le Pleiadi, uno dei cinque ‘incontri celesti’ che terranno impegnato il nostro satellite nel corso del mese. A tenere la scena nel frattempo ci sarà Venere: ”il pianeta più luminoso – ricorda la Uai – domina con il suo fulgore il cielo occidentale nelle prime ore della sera. A inizio mese tramonta circa due ore dopo il Sole, un intervallo di tempo che sale a tre ore alla fine di novembre”. A dare la buonasera ci saranno anche Mercurio, Marte e Nettuno, mentre sarà Giove a dare il buongiorno alla fine dello spettacolo, ben visibile a sud-est nelle ore che precedono l’alba.

Nasi all’insù anche per le Tauridi

Nella prima quindicina del mese nasi all’insù per le Tauridi, le meteore originate da residui della disintegrazione della cometa Encke mescolati a frammenti asteroidali: il clou è previsto tra il 7 e l’8 novembre. Tra il 16 e il 18 novembre, invece, sarà il turno delle Leonidi, anche se ”purtroppo l’osservazione quest’anno sarà completamente disturbata dalla luna vicina al plenilunio”, sottolineano gli astrofili. Da menzionare, infine, le ‘comparsate’ della cometina 53P/Van Biesbroeck, nella costellazione del Capricorno, e dell’asteroide Echo, che transiterà nella costellazione del Toro attraversando l’ammasso delle Iadi.