Medical News

Anche per l’anno 2019 è stata rinnovata la convenzione tra l’Azienda Sanitaria Locale VCO e l’Associazione “Contorno Viola” di Verbania per interventi di Peer &Media Education sulla prevenzione dell’AIDS e delle infezioni sessualmente trasmissibili e dei comportamenti a rischio negli istituti scolastici superiori del VCO mettendo a disposizione volontari, Peer Educator, Psicologi e altro personale qualificato.
 
L’Associazione fornirà inoltre collaborazione su strategie di intervento e progetti di promozione della salute indirizzati alla fascia adolescenziale, e con il Dipartimento di Prevenzione, ed eventuali altri servizi aziendali, nell’estensione del modello della Peer&Media Education ad altri settori d’interesse sanitario.
 
Il Direttore Generale dell’ASL Dott. Angelo Penna, ringrazia il Presidente dell’Associazione Contorno Viola Dott. Emilio Ghittoni per la consolidata collaborazione con l’ASL VCO in materia di formazione e informazione degli allievi degli Istituti superiori del VCO nell’ambito del settore della Promozione della salute e del corretto stile di vita, che figura tra i compiti dell’Azienda Sanitaria.

Medical News

Dal 5 luglio è attivo presso l’Infermeria del Comando Regionale Liguria della Guardia di Finanza – nella Caserma “San Giorgio” di Genova – un punto di prenotazione CUP Web dedicato ai militari del Corpo.
Asl 3 e Guardia di Finanza hanno infatti siglato una convenzione triennale per la gestione del servizio tramite il quale poter accedere all’offerta sanitaria messa a disposizione dal CUP regionale. L’attività di prenotazione (senza funzioni di cassa) sarà svolta da personale del Reparto Tecnico Logistico e Amministrativo Liguria, nell’ambito del quale viene gestito il Polo sanitario della Guardia di Finanza di Genova (piazza Cavour 1). Il personale debitamente formato sugli aspetti tecnici da ASL3 – in collaborazione con Liguria Digitale – verrà supportato all’occorrenza dal personale sanitario afferente al Polo, che fornisce prestazioni specialistiche per il Corpo.
L’iniziativa è stata presentata questa mattina presso la Sala Trasparenza del Palazzo della Regione Liguria, alla presenza della vicepresidente e assessore alla Sanità della Regione Liguria, Sonia Viale, del Comandante Regionale Liguria della Guardia di Finanza, Generale di Brigata Francesco Mattana, e del Direttore Generale ASL 3, Luigi Carlo Bottaro.
“Grazie a questa convenzione – afferma l’assessore Sonia Viale – Asl3 mette a disposizione dei militari della Guardia di Finanza un servizio analogo a quello già attivato presso gli studi dei medici di medicina generale, grazie all’accordo stipulato con Regione Liguria. Sono dunque soddisfatta di questa collaborazione”.
Il Generale di Brigata Francesco Mattana, ha sottolineato come “l’accordo, ideato in un contesto di sinergie tra la Guardia di Finanza e i diversi Enti del territorio, si inserisca nel quadro delle iniziative per favorire le migliori condizioni lavorative del personale in forza ai Reparti liguri e per agevolare l’accesso al servizio sanitario da parte dei militari del Corpo, in servizio ed in congedo, nonché dei rispettivi familiari”.
“Questa iniziativa – spiega Luigi Carlo Bottaro, Direttore Generale di ASL3 – va a consolidare gli ottimi rapporti già esistenti tra Regione Liguria e Guardia di Finanza e si inserisce nell’ottica della condivisione e facilitazione di accesso alla rete, rappresentando un elemento “apripista” per eventuali collaborazioni future anche con altri soggetti. Si tratta di una formula – aggiunge Bottaro – che indirettamente contribuisce ad alleggerire le attività svolte presso gli sportelli territoriali”.

Medical News

Con atto deliberativo del 22 febbraio 2018 l’Azienda Sanitaria ha stipulato una convenzione con la Sacra Famiglia Onlus di Verbania per l’erogazione di prestazioni fisioterapiche ambulatoriali domiciliari dal 1° marzo e fino al 31 dicembre 2018.
L’iniziativa nasce dalla volontà di sviluppare la presa in carico di pazienti a domicilio, in particolare in dimissione ospedaliera, che necessitano di trattamenti riabilitativi in via sperimentale per i residenti nei Comuni di Verbania, Arizzano, Aurano, Bee, Cambiasca, Caprezzo, Cossogno, Mergozzo, Miazzina, Premeno, San Bernardino Verbano, Vignone, Baveno e Gravellona Toce, privilegiando i pazienti con maggior grado di disabilità.
Non è prevista all’interno della convenzione l’effettuazione di prestazioni su prescrizione del medico di base o di altro specialista diverso dallo Specialista in Recupero e Riabilitazione Funzionale dell’ASL.
Il Direttore del Distretto Dott. Bartolomeo Ficili ritiene che questo intervento sia essenziale anche per il trattamento di patologie acute e/o croniche frequentemente causa di disabilità in soggetti, prevalentemente anziani, con difficoltà di accesso alle strutture ambulatoriali, motivo di ricoveri presso strutture riabilitative di primo e secondo livello che sono evitabili con il servizio di fisioterapia domiciliare in sperimentazione.
La D.ssa Marina Buttè, Direttore sostituto della SOC Recupero e Riabilitazione Funzionale ha stimato che necessitano di questo tipo di intervento circa 50 pazienti l’anno, con una media di quindici trattamenti per paziente, con un totale presunto di 750 trattamenti, attività non garantibile dal personale dipendente dell’ASL.
La D.ssa Nadia Bazzi, Direttrice della Fondazione Sacra Famiglia ONLUS filiale di Verbania consapevole del bisogno che questo territorio ha, mette a disposizione le competenze e le capacità della Fondazione per dare risposte adeguate ed innovative in collaborazione con i servizi, mettendo a frutto l’esperienza e il know out delle proprie figure professionali.
Il Direttore Generale si augura che tale sperimentazione possa avere una ricaduta positiva sull’assistenza erogata ai pazienti e che sia possibile in futuro estendere tale opportunità su tutto il territorio dell’ASL.

Medical News

Appuntamento sabato prossimo per la presentazione delle opportunità relative alla traumatologia sportiva presso l’ospedale di Sansepolcro

“Servizio di alta specializzazione di traumatologia sportiva all’ospedale”. E’ il titolo del convegno in programma sabato 14 ottobre alle 10 nella sala del consiglio comunale biturgense. L’iniziativa ha l’obiettivo di illustrare alle associazioni sportive, ai medici di famiglia e a tutta la popolazione i contenuti e le opportunità della convenzione siglata dalla Asl Toscana sud est e l’AOU Careggi.

Interverranno Enrico Desideri, direttore generale Asl Toscana sud est; Monica Calamai, direttore generale AOU Careggi; Massimo Innocenti direttore Centro di Riferimento di Traumatologia dello sport di Careggi; Fabrizio Matassi, dirigente medico AOU Careggi; Mauro Cornioli, sindaco di Sansepolcro; Nilo Venturini, responsabile dell’ ospedale biturgense. 

La convenzione riguarda prestazioni ad alta specializzazione in caso di traumi specifici dell’attività sportiva, come distorsioni del ginocchio, lesioni del legamento crociato, lesioni del menisco, lussazioni di rotula, traumi muscolari e tendinei delle varie articolazioni, lussazioni della spalla, lesioni della cuffia dei rotatori ed altre patologie degli arti. Gli sportivi infortunati vengono quindi visitati con tempi di attesa ridotti in un ambulatorio dedicato e sarà possibile programmare un intervento chirurgico tempestivo, qualora necessario, presso le sale operatorie dell’ospedale biturgense.

La convenzione prevede la presenza dei professionisti di Careggi due volte al mese. Le prossime date, già fissate, sono il 3 novembre e il 24 novembre. 

“Al momento l’attività sta procedendo molto bene – dichiara Fabrizio Matassi – Il personale sia amministrativo che infermieristico è molto motivato e partecipe a questa iniziativa. E’ per me motivo di soddisfazione far parte di questo progetto che vede gli interventi programmati  in progressivo aumento e così pure le richieste di visite ambulatoriali. Disponiamo di tutte le strumentazioni necessarie per eseguire interventi di alto livello con tecniche mini invasive e strumenti innovativi al pari dei centri di traumatologia dello sport di avanguardia”.