Corsi ECM
manipolazione fasciale

Scarica la Brochure

Informazioni
Provider ECM AV Eventi e Formazione
Crediti ECM 50 + 50
Data 6 – 8/27 – 29 Novembre 2015 e 22 – 24 Gennaio/11 – 13 Marzo 2016
Costo € 1600
Location Bari
Destinatari Fisioterapisti

“Manus sapiens potens est” è questo il motto della Manipolazione Fasciale
« Solo una mano, guidata da profonde conoscenze scientifiche, può risolvere bene e velocemente un problema muscolo-scheletrico. Più si hanno conoscenze, più si riesce a risalire alla causa di un dolore e di una disfunzione articolare. Non c’è niente di magico».

Finora il compito di sincronizzare il movimento è stato attribuito esclusivamente al sistema nervoso. I neurofisiologi stessi hanno cominciato a domandarsi come potesse il cervello controllare tutte le variabili che ci sono in un gesto motorio. Esse possono essere coordinate dalla fascia, dal tensionamento di questa membrana su cui sono inserite tutte le fibre muscolari.

Se la membrana, che è l’elemento coordinante, diventa più densificata l’effetto inevitabile è la scoordinazione motoria. Alla base della densificazione vi sono tre classi di fattori: meccanici (traumi, sovrauso), chimici (l’alimentazione, farmaci) e fisici (freddo, il vento).

La novità del metodo sta nel concentrare l’attenzione non sull’articolazione ma sui motori che ne gestiscono il funzionamento. Tra questi la fascia riveste un ruolo fondamentale.

Diversi approcci terapeutici (agopuntura, trigger point therapy, cyriax ecc.) riconoscono la presenza di particolari punti capaci di suscitare e, se trattati di alleviare o risolvere la sintomatologia dolorosa. La Manipolazione Fasciale identifica tali zone nella Fascia Corporis denominandoli Centri di Coordinazione.

Ogni Centro di Coordinazione, situato nella fascia propria del ventre muscolare, è correlato a un centro di Percezione localizzato a livello articolare. Su quest’ultimo, nella condizione patologica si avverte il sintomo doloroso. La ricerca delle Densificazioni fasciali sarà sempre focalizzata sui Centri di Coordinazione responsabili della disfunzione e su di essi sarà concentrato l’ intervento manipolativo attuo al ripristino della fisiologica omeostasi tensionale.

Corsi ECM
Scarica la Brochure

Scarica la Brochure

Informazioni
Provider ECM AV Eventi e Formazione
Crediti ECM 20.5
Data 20 – 21 Novembre 2015
Costo 350 €
Location Parte Teorica: Forlì – Parte Pratica: Faenza
Destinatari Fisioterapisti

Il corso teorico pratico, in questione, si pone l’obiettivo di accrescere le conoscenze e le competenze nell’ambito della valutazione e trattamento delle lesioni della spalla.

Il programma svolto, si orienta verso l’approfondimento delle attuali pratiche riabilitative sulla base di una valutazione e classificazione della lesione klicken sie hier, um mehr zu lesen.

Verranno svolte molte ore di pratica per sviluppare le competenze tecnico-professionali nel trattamento conservativo/post-chirurgico delle patologie degenerative della spalla  nonchè l’applicazione di tutti i test clinici.

Corsi ECM
focus

Scarica la Brochure

Informazioni
Provider ECM AV Eventi e Formazione
Crediti ECM 6
Data 12 Dicembre 2015
Costo Gratuito con obbligo d'iscrizione
Location Ragusa
Destinatari Medici Chirurghi specialisti in Medicina Generale (Medici di famiglia) – Reumatologia – Radiologia – Ortopedia e Traumatologia – Medicina Fisica e Riabilitazione – Medicina dello Sport – Dermatologia – Oculistica – Gastroenterologia – Cardiologia – Organizzazione dei Servizi Sanitari di Base
Destinatari Workshop Fisioterapisti – Infermieri

Anche quest’anno ritorna il Focus Reumatologico, l’appuntamento, inserito nelle Giornate Iblee della Salute, giunto alla sua terza edizione, quest’anno si arricchisce con due importanti workshop dedicati al ruolo dell’infermiere e del fisioterapista nella gestione del paziente reumatologico.

Abstract

Raggiunto il traguardo della 6° edizione, le Giornate Iblee della Salute anche quest’anno affronteranno il tema delle patologie autoimmuni reumatologiche.
“Le malattie reumatiche sono patologie cronico-degenerative, comprendono malattie diverse fra di loro in termini di manifestazioni cliniche e sono aggravate da disabilità crescente. Essendo patologie multisistemiche, coinvolgono diversi organi ed apparati che si intrecciano in rapporti di reciproco interessamento patologico. E’ bene, appunto, valutare tutti i vari aspetti di reciproco coinvolgimento di organo al fine di cogliere i sintomi importanti e utili per una diagnosi precoce ed una terapia mirata.
Oggi disponiamo di mezzi importanti e nuovi per una diagnosi tempestiva e per una terapia mirata volta a bloccare il danno anatomico e funzionale. Organizzare momenti di scambio culturale e scientifico tra le varie specialità medico-chirurgiche, permette, ai vari specialisti, di migliorare la valutazione complessiva per una diagnosi e una terapia specifica e per valutare il pazienti nella sua complessità con una visione olistica della patologia.
II corso si pone i seguenti obiettivi:
– Esperti medici di varie specialità (reumatologi, ortopedici, cardiologi, gastroenterologi, dermatologi, nefrologi fisiatri), medici di medicina generale, farmacisti, decisori di spesa si confronteranno, alla luce delle nuove terapie e delle risorse economiche disponibili con lo scopo primario di cogliere e trattare le malattie ostoarticolari in fase early.

Il cuore dell’evento è il talk show. In questo spazio programmato di 2 ore i vari specialisti, di diverse branche già individuate, approfondiranno, ognuno per la propria competenza, il nesso e il rapporto di coinvolgimento tra le varie patologia di organo o di apparato con i due argomenti base (osteoporosi e malattie autoimmuni).

Le letture magistrali dei due argomenti base saranno la premessa e lo stimolo necessario e indispensabile per la discussione ed il confronto dei talk show.

Accanto all’evento centrale saranno organizzati due eventi satelliti rivolti agli Infermieri ed ai Fisioterapisti.

Il lavoro di èquipe è la scommessa vincente per migliorare la qualità di vita dei pazienti, alla luce, soprattutto, degli aspetti organizzativi (es: integrazione ospedale-territorio, gestione day service, piattaforme informatiche di gestione sanitaria), dei nuovi percorsi terapeutici (gestione dei nuovi farmaci ), e tecnologici (prevenzione e recupero funzionale delle disabilità).

Sarà dato molto spazio al dibattito aperto alfine di stimolare I’attenzione non solo sulla necessita di discutere sui problemi delle gestione clinica quotidiana, ma anche, e soprattutto, sulla importanza della diagnosi precoce delle patologie osteoarticolari con la consapevolezza che oggi, rispetto al passato, possediamo di un armamentario terapeutico che ci permette di bloccare I’evoluzione di molte patologie.

Come già sperimentato in altri eventi delle “Giornate Iblee della Salute” iI modello organizzativo del corso si completa con le riprese video e con un collegamento in diretta via Web. Tale scelta nasce dalla necessita di stimolare, a scopo più informativo che formativo, I’interesse, sugli argomenti trattati, non solo degli addetti ai lavori non presenti fisicamente, ma anche dei semplici cittadini. i quali, collegati via WEB, potranno seguire indiretta lavori ed eventualmente intervenire per porre quesiti.

Corsi ECM
Corso-ATC-Ragusa

Scarica la Brochure

Informazioni
Provider ECM AV Eventi e Formazione
Crediti ECM 50
Data  Dal 30 Ottobre al 20 Dicembre 2015
Costo € 750
Location  Vittoria (RG)
Destinatari Medici Chirurghi specialisti in Medicina Fisica e Riabilitazione – Fisioterapisti – Studenti del 3° anno del CDL in Fisioterapia

L’approccio terapeutico combinato è frutto di una trentennale esperienza lavorativa e di studio da parte del docente in ambito neurologico e in terapia manuale e prende l’avvio dalla considerazione che la funzione e la “disfunzione” sono sempre il risultato  dell’’interazione tra vari sistemi che devono essere tenuti in considerazione contemporaneamente nel trattamento riabilitativo.

Tra le caratteristiche peculiari dell’’ATC troviamo:  la valutazione, l’’elaborazione di un piano terapeutico e il trattamento basati  sul modello “Struttura-Funzione , l’estrema attenzione alle tecniche manuali, alle guide ed alla scelta delle proposte terapeutiche in generale, l’’idea che accanto al sapere scientifico, cioè il bagaglio di conoscenze proprie del clinico che indaga e interviene sul paziente, sia utile  essere dotati di pensiero euristico e della  capacità di  approcciarsi, con metodoipotetico-deduttivo.

L’’ATC ritiene dunque che l’’intuito, sia elemento strutturale indispensabile nel ragionamento clinico tanto quanto lo sia il sapere scientifico. L’’ATC, sia in fase valutativa, quanto nel trattamento considera l’’individuo-paziente nel suo insieme,  senza distinguerlo in paziente “ortopedico” e “neurologico”, e sottolinea la necessità di non  tralasciare l’’inevitabile e importante interrelazione tra diverse componenti, come limitazioni e alterazioni delle strutture articolari, sistema nervoso centrale, alterata neuro-dinamica, disallineamenti biomeccanici, modificazioni a carico del muscolo, dolore, alterazioni delle capacità di apprendimento e di controllo motorio ed altri fattori, che intervengono nel determinare una  ridotta o alterata possibilità di movimento. Non c’’è lavoro di terapia manuale che mobilizzando un’’articolazione o un muscolo  non interessi  vie nervose e non coinvolga il Sistema Nervoso Centrale. Non c’’è manovra di allungamento muscolare che non metta in tensione il tessuto nervoso obbligandolo ad adattarsi (neuro dinamica).

Non c’’è trattamento di neuro riabilitazione che non debba fare i conti con una “periferia corporea” strutturalmente compromessa.  La disattenzione che può portare a non cogliere questo insieme” è spesso responsabile di ritardi nel processo di recupero così come di insuccessi.

Corsi ECM
tumore del testicolo

Scarica la Brochure

Informazioni
Provider ECM AV Eventi e Formazione
Credti ECM  6
Data 19 Settembre 2015
Costo  Gratuito con obbligo d'iscrizione
Location  Catania
Destinatari Medici Chirurghi specialisti in Oncologia – Radioterapia – Radiodiagnostica – Urologia – Anatomia Patologica – Medicina Generale (Medici di Famiglia)

L’incremento dell’incidenza dei tumori germinali del testicolo registrato negli ultimi anni nel giovane adulto e l’elevato tasso di guarigione atteso con le strategie terapeutiche attualmente disponibili, rendono necessaria un’attenta riflessione sulle possibilità diagnostiche utili per la diagnosi precoce, la sorveglianza e il follow-up di tale patologia e sulle sequele a lungo termine dei trattamenti chirurgici, radioterapici o chemioterapici praticati.

Nel corso della riunione saranno affrontati i temi riguardanti le caratteristiche anatomopatologiche e prognostiche e le metodiche diagnostiche utili per implementare strategie non terapeutiche nella gestione della patologia non avanzata. Saranno quindi discusse e messe a confronto le indicazioni a tali metodiche diagnostiche e i possibili effetti collaterali a breve e a lungo termine, rispetto alle alternative terapeutiche. Saranno inoltre esaminati i possibili effetti a lungo termine di natura andrologica, tumorale, cardiovascolare, psicologica, nutrizionale e lavorativa dei trattamenti medici o chirurgici e dei controlli di sorveglianza o follow-up, mediante un confronto attivo tra i punti di vista del medico e quelli del paziente.

La conclusione dell’incontro sarà dedicata alla definizione di messaggi operativi e di applicabilità immediata nella pratica clinica.

Corsi ECM
vitamina d

Scarica la Brochure

Informazioni
Provider ECM AV Eventi e Formazione
Credti ECM  6
Data 19 Settembre 2015
Costo  Gratuito con obbligo d'iscrizione
Location  Catania
Destinatari Medici di Medicina Generale e Pediatri

La vitamina D è un nutriente unico conosciuto in medicina da molti anni che può derivare sua dall’alimentazione che dall’azione della luce solare sulla pelle.
E’ essenziale per l’uso ottimale del calcio nell’organismo, in quanto aiuta l’assorbimento di calcio nell’intestino e la sua deposizione nelle ossa e controlla i livelli di calcio nel sangue. Una sua carenza dà luogo a disordini ossei, come il rachitismo nei bambini o l’osteoporosi negli adulti.
Ma oggi, questa descrizione delle sue funzioni è piuttosto riduttiva e dagli studi più recenti, stanno emergendo molti ruoli aggiuntivi della Vitamina D.
La Vitamina D, in realtà, non è una vitamina a tutti gli effetti, ma un potente ormone neuro steroideo, importantissimo per la salute del bambino e del futuro adulto. Svolge un’importante funzione metabolica in molti altri tessuti e apparati, la sua carenza è associata all’insorgenza o all’aggravarsi di molte malattie nell’uomo.
E’ stato osservato che la deficienza da Vitamina D si associa alla riduzione di forza muscolare, alla cmparsa di dolore nelle strutture muscolari e a disturbi dell’equilibrio, con conseguente aumento del rischio di caduta, che amplifica ulteriormente la probabilità di incorrere in fratture.
Nell’ultimo decennio, un interessante filone di ricerca si è sviluppato sulla relazione tra Vitamina D e controllo della crescita e differenziazione delle cellule, in ultima analisi, sul problema della cancrogenesi.
Altro ruolo rilevante della Vitamina D è il suo intervento nella regolazione di alcune funzioni delle cellule del sistema immunatario (linfociti T). Una sua carenza si associa a una maggiore predisposizione alle infezioni e ad alcune malattie a genesi autoimmine, come la sclerosi multipla, le malattie infiammatorie intestinali e le artriti infiammatorie.
Anche per quanto riguarda il diabete si dispone oggi di dati molto interessanti: la Vitamina D è uno dei fattori in grado di controllare la secrezione insulinica e alcuni dati, ancora in fase di verifica, indicherebbero che buoni livelli di Vitamina D riducono il rischio di svilluppare il diabete mellito che, nei pazienti già diabetici, rendono migliore il controllo di questa malattia.
Tuttavia, i dati certamente più interessanti e robusti sono quelli che riguardano la relazione tra Vitamina D e sistema cardiovascolare. La Vitamina D è in grado di modulare l’azione di molte sostanze coinvolte nella regolazione della pressione arteriosa e nella progressione dell’aterosclerosi. La carenza di Vitamina D si associa a una maggiore frequenza di patologie quali, l’infarto del miocardio, lo scompenso cardiaco e l’ischemia cerebrale. Un buon stato vitaminico D riduce il rischio di queste malattie.
Abbiamo pertanto ritenuto utile per la formazione del pediatra, realizzare un incontro di aggiornamento rivolto a tutti i pediatri per un migliore conoscenza delle sue funzioni terapeutiche e preventive.

Corsi ECM
riabilitazione

Scarica la Brochure

Informazioni
Provider ECM AV Eventi e Formazione
Credti ECM  5.3
Data 12 Settembre 2015
Costo  € 50
Location  Lecce
Destinatari Medici specialisti in Medicina Fisica e Riabilitazione – Ortopedia e Traumatologia – Reumatologia – Medicina dello Sport – Fisioterapisti

Carissimi Colleghi,
anche quest’anno sono lieto di annunciare, in qualità di Presidente, che il 12 settembre 2015 si svolgerà a Lecce il V Congresso denominato “Il Salento accoglie la Riabilitazione”. La struttura scelta per il nostro Congresso, il Grand Hotel Tiziano, garantirà un ampio spazio espositivo per le Aziende del settore, alle quali verrà anche data la possibilità di illustrare le più recenti novità nell’ambito medico-riabilitativo
La bellezza ed il fascino della città di Lecce, dei suoi monumenti barocchi, della sua cultura, connubio assoluto tra bellezza artistica e eccezionale cultura eno-gastronomica, saranno l’occasione per approfondire le più attuali tematiche in campo riabilitativo.
Il Congresso vuole rappresentare un importante momento di incontro, non solo formativo, ma anche di approfondimento e di riflessione sulla riabilitazione, contraddistinto dallo spessore qualitativo dei relatori e da un’attenta alla scelta degli argomenti da affrontare: saranno affrontati argomenti relativi a patologie e traumi muscolari e osteoarticolari, a diagnosi, a metodiche riabilitative e alla nascita di un nuovo modello di attività fisica adattata.
I destinatari saranno i Medici Chirurghi specialisti in Medicina Fisica e Riabilitazione, Ortopedia e Traumatologia, Reumatologia, Medicina dello Sport e Fisioterapisti ai quali saranno riconosciuti 5,3 crediti ECM.
Per consultare il programma e avere eventuali delucidazioni collegateVi al sito, aggiornato quotidianamente: www.ilsalentoaccoglielariabilitazione.it.

Corsi ECM
ecografia

Scarica la Locandina

Informazioni
Provider ECM AV Eventi e Formazione
Credti ECM  11.3
Data 4 Luglio 2015
Costo  Gratuito con obbligo d'iscrizione
Location  Catania
Destinatari Medici Chirurghi specialisti in MedicinaFisica e riabilitazione – Ortopedia e Traumatologia – Reumatologia(Medici di Famiglia)

La domanda formativa in ecografia muscolo-scheletrica e terapia infiltrativa è in costante crescita ed è in questo contesto che abbiamo voluto proporre questo corso residenziale dal taglio pratico e fortemente improntato su esercitazioni pratiche a piccoli gruppi su pazienti selezionati.
Pertanto, obiettivo dichiarato del corso é quello di far comprendere l’individuazione delle potenzialità diagnostiche della tecnica ecografica muscolo-scheletrica oltre quello di far acquisire ai corsisti abilità manuali in tema di tecnica infiltrativa di spalla, gomito, anca, ginocchio e caviglia.

Corsi ECM
professioni sanitrie

Scarica la Brochure

Informazioni
Provider ECM AV Eventi e Formazione
Credti ECM  8
Data 20 Giugno 2015
Costo € 35 – Associati Spif 2015 € 20
Location  Taranto
Destinatari Tutte le professioni sanitarie

Cogliere al volo i bisogni del paziente. Comprendere le sue paure scegliendo la strategia giusta.
Gestire in modo efficace le relazioni difficili, le situazioni conflittuali. Ottenere la collaborazione fondamentale al trattamento. Prendere in carico il paziente e la sua famiglia ma nel rispetto della persona come soggetto in diritto di fare scelte, di esprimere i propri punti di vista, le proprie convinzioni.
Vedere con chiarezza come approcciarsi al singolo caso. Superare le resistenze che incontra ogni giorno chi svolge con passione e con responsabilità una professione sanitaria. Il corso pone l’attenzione sulla formazione degli operatori sanitari e sulle crescenti responsabilità cui sono obbligati dal nuovo contesto normativo, cercando di guardare oltre un modello interpretativo che si occupi esclusivamente del rapporto professionista sanitario/paziente, come se questo esaurisse tutte le dimensioni teorico-operative all’interno dello spazio della salute.
La prevenzione, la riabilitazione, la promozione della cultura dello stare bene sono tutti aspetti fondamentali della realizzazione di un progetto per la salvaguardia e il ripristino delle condizioni di salute.Negli ultimi anni si è reso sempre più evidente il bisogno di strutturare contesti sanitari che seguano le logiche di realtà pubbliche e private, orientate verso variazioni organizzative e sociologiche e che hanno determinato una metamorfosi epocale nella comunicazione interna ed esterna ad una organizzazione sanitaria