Medical News

Cosa sono i Lea e come si ‘misurano’

“Il premier ha firmato i nuovi Livelli essenziali di assistenza (Lea) e il nomenclatore delle protesi: passaggio storico per la sanità italiana”. Così, in un tweet il ministro della Salute Beatrice Lorenzin annuncia la firma di Paolo Gentiloni al provvedimento sui nuovi Lea.

Cosa sono i Lea e come si ‘misurano’

I Lea (Livelli essenziali di assistenza) sono le prestazioni e i servizi che il Servizio sanitario nazionale deve garantire a tutti i cittadini, con le risorse pubbliche, gratuitamente o dietro pagamento di una quota di partecipazione (ticket). Per monitorare l’erogazione dei Lea, in condizioni di appropriatezza ed efficienza e compatibilmente con le risorse disponibili, presso il Ministero della salute e’ stato istituito il “Comitato permanente per la verifica dell’erogazione dei Livelli essenziali di assistenza”.
Ogni anno il Comitato predispone un questionario per la valutazione del raggiungimento degli adempimenti. E’ la cosiddetta Griglia Lea, basata su 31 indicatori (dall’assistenza ospedaliera alle liste di attesa, dal controllo della spesa farmaceutica ai dispositivi medici) raggruppati in tre grandi aree: assistenza sanitaria collettiva in ambiente di vita e di lavoro (vaccinazioni, screening, prevenzione nei luoghi di lavoro, tutela degli alimenti, sanita’ veterinaria, etc.); assistenza distrettuale (assistenza farmaceutica, specialistica e diagnostica ambulatoriale, servizi domiciliari ad anziani e malati gravi, consultori, strutture residenziali e semiresidenziali); assistenza ospedaliera, valutata in base al tasso di ricovero e sulla base di una serie di indicatori di appropriatezza. Quest’anno e’ stato aggiunto un nuovo indicatore sugli stili di vita (obesita’, fumo, etc).

Medical News

Lunedì 5 dicembre il Commissario Straordinario dell’Azienda Asl di Latina, dr Giorgio Casati e il dott. Michele Iacoviello, su delega del presidente di Emergency ONG Onlus dott.ssa Cecilia Strada, hanno firmato un Protocollo d’Intesa nell’ambito dell’assistenza sanitaria a migranti e persone in stato di bisogno.
Il protocollo, riveste un particolare significato in quanto la provincia di Latina oltre ad essere la seconda nel Lazio per presenza di cittadini stranieri, risulta essere particolarmente interessata dalla presenza di diversi centri di accoglienza destinati ai richiedenti asilo giunti sul territori italiano in fuga da guerra e povertà;
Gli obiettivi della collaborazione finalizzata all’integrazione dei servizi tra Emergency e l’Azienda Sanitaria puntano a garantire un servizio socio–sanitario alla popolazione straniera e in stato di bisogno; Facilitare ed ottimizzare l’accesso dei migranti alle strutture aziendali presenti sul territorio della provincia di Latina; Collaborare con l’ASL Latina nella presa in carico e cura dei migranti ospiti nei centri di accoglienza.
Lo spirito del progetto è quindi quello di una completa integrazione con le strutture sanitarie aziendali con l’obiettivo di intercettare e includere al meglio la popolazione migrante e indigente e indirizzarla verso il corretto percorso di cura.