Medical News

Da chirurghi maxillo facciale, di chirurgia plastica, otorini.

La riorganizzazione prevista dall’Atto aziendale e portata avanti costantemente dal Commissario Straordinario Dott. Luigi Macchitella ha determinato, fra l’altro, la istituzione di un’Area Testa Collo – voluta e pensata per privilegiare il lavoro di gruppo interdisciplinare – che sta permettendo la esecuzione di interventi di elevata complessità mai effettuati in passato. È il caso dell’intervento eseguito di recente a Frosinone, nell’Ospedale “Fabrizio Spaziani”, su una paziente affetta da un tumore che già alcuni anni fa aveva richiesto diverse operazioni, piuttosto invasive, che ne avevano fortemente compromesso il volto.
Il gruppo interdisciplinare di oncologia cervico facciale ha visto coinvolte le equipe della Chirurgia Maxillo Facciale ( del Dott. Bruno Pesucci), di Otorinolaringoiatria (guidata dal Dott. Andrea Marzetti) e del chirurgo plastico Dott. Nicola Felici.

Medical News

Senza l’impegno della Regione Lazio e della ASL di Frosinone il paziente di 69 anni operato sabato scorso all’Ospedale “Fabrizio Spaziani” di Frosinone sarebbe stato costretto, così come i propri familiari, a recarsi in una struttura sanitaria fuori provincia dotata di un Reparto di Neurochirurgia.
Invece questo non è stato necessario ed il cittadino è stato operato all’Ospedale di Frosinone, nel nuovo reparto di Neurochirurgia, dal Dott. Giancarlo D’Andrea, coadiuvato dalla Dott.ssa Biagia La Pira.
Nella storia della Asl, è questo il primo intervento in assoluto che si effettua con la procedura chirurgica di “Craniotomia”, che consente l’accesso all’interno del cranio, per poter curare le malattie di interesse neurochirurgico.
L’intervento è stato eseguito in anestesia generale e, ha visto l’asportazione di una neoformazione e non vi è stata alcuna complicazione.
Il primo decorso post operatorio è avvenuto nella Unità di Terapia Neurovascolare (UTN) diretta dal Dott. Maurizio Plocco mentre la degenza post operatoria, prevista in una settimana si svolgerà, sempre allo “Spaziani”, sotto l’osservazione dell’Area Testa Collo del Dipartimento Ospedaliero.
A breve, con l’arrivo di altre risorse ed attrezzature di ultima generazione, si potrà dare risposte ancor più adeguate alle numerose richieste del territorio, evitando così ai tanti che ne avranno bisogno, ulteriori disagi per curarsi fuori provincia.