Medical News

Il direttore della Assl ha ricevuto una delegazione dei cittadini che hanno chiesto e ricevuto chiarimenti in merito alla riforma della rete ospedaliera regionale.

E’ stata una riunione costruttiva e proficua quella che si è tenuta questo pomeriggio nella sede Assl di via Carducci a Oristano tra il direttore dell’Ats-Assl Oristano Mariano Meloni e la delegazione del Comitato dei cittadini in difesa dell’ospedale Delogu di Ghilarza, rappresentata dagli amministratori locali Domenico Gallus, Raffaele Manca, Serafino Corrias, Livio Deligia ed alcuni cittadini del territorio.
I cittadini del Guilcer hanno chiesto chiarimenti e rassicurazioni in merito al futuro del presidio ospedaliero, in particolare per ciò che riguarda l’attuazione della riforma della rete ospedaliera regionale. Meloni, affiancato dal direttore dei presìdi ospedalieri Antonio Cossu e dal responsabile dei servizi infermieristici Gianni Piras, ha risposto illustrando nel dettaglio come la riforma sarà declinata all’interno del Delogu. «Saranno mantenuti 20 posti letto di Medicina, orientati prevalentemente a una gestione delle demenze senili, dell’Alzheimer e dell’area geriatrica, pur senza trascurare le altre aree: una scelta – ha spiegato il direttore della Assl Oristano – che intende dare una risposta appropriata a un territorio che risente di uno dei più alti indici di invecchiamento. In questo campo abbiamo a Ghilarza delle professionalità qualificate e ne stiamo formando di ulteriori». Previsti inoltre 10 posti letto di Riabilitazione intensiva (codice 56), nella quale saranno presi in carico i pazienti affetti da malattie neurodegenerative o con disabilità conseguenti a traumi e incidenti, e 3 posti letto di Chirurgia in day surgery. Nascerà inoltre l’ospedale di comunità, che disporrà di 24 posti letto, e sarà a conduzione prevalentemente infermieristica, con la consulenza dei medici di medicina generale. Un intento della Direzione è quello di mantenere gli ambulatori specialistici, con particolare riferimento al Centro Uva (Unità di Valutazione Alzheimer) e di rafforzare le attività di Chirurgia programmata.
Il Pronto Soccorso, secondo quanto deliberato dal Consiglio regionale sulla riforma della rete ospedaliera, verrà trasformato in Cet (Centro di Emergenza Territoriale) e la sua gestione sarà affidata all’Areus (Azienda regionale per l’emergenza urgenza).
I rappresentanti del Comitato, che hanno complessivamente espresso un giudizio positivo rispetto alle risposte date dalla Direzione Ats-Assl Oristano, hanno anche chiesto a Meloni la disponibilità a un prossimo incontro allargato ai direttori delle Unità Operative dell’ospedale, così che si possano affrontare le questioni legate alla gestione operativa del nosocomio ghilarzese. Incontro a cui, ancora una volta, il direttore dell’area socio-sanitaria oristanese si è detto pienamente disponibile.

Medical News

Al via mercoledì 11 luglio al Consultorio familiare un ciclo di incontri dedicato ai futuri genitori che avranno un figlio nei mesi di agosto e settembre 2018.

Mercoledì 11 luglio alle ore 9 al Consultorio familiare di Ghilarza (via S.Lucia, 54) prenderà il via il nuovo corso di accompagnamento alla nascita, dedicato a mamme e papà che avranno un figlio nei mesi di agosto e settembre 2018.
Il ciclo di dieci incontri gratuiti, tenuti dalle ostetriche Giuseppina Ferrandu e Bibbiana Cau, la ginecologa Manola Bandinu, l’assistente sanitario Alessandra Piu, la psicologa Maria Vitalia Manca e la pediatra Anna Mossa, ha l’obiettivo di promuovere la salute delle donne in gravidanza, del neonato e della famiglia e di aiutare i futuri genitori a fare scelte informate e consapevoli.
Durante gli appuntamenti si parlerà di fisiologia, anatomia e cambiamenti fisici ed emotivi in gravidanza e sarà presentato il protocollo degli esami da eseguire prima della nascita del bambino, ma si porrà anche l’accento sull’importanza di uno stile di vita sano come determinante di salute. Saranno poi illustrati metodi e tecniche per prepararsi al meglio al travaglio e al parto, con esercizi di rilassamento condotti al termine di ogni incontro. Altri temi affrontati riguarderanno le norme a tutela dalla maternità e della famiglia, il rientro a casa col piccolo e le sue prime cure, le tecniche dell’allattamento al seno, le vaccinazioni e la prevenzione degli incidenti domestici, i cambiamenti psicologici e la nascita della relazione con il neonato, la sessualità e la contraccezione dopo il parto. Saranno inoltre fornite informazioni sul progetto regionale per la donazione del sangue del cordone ombelicale e verrà consegnato il materiale ed i moduli di adesione alla donazione.
Per informazioni e adesioni è possibile telefonare al numero 0785.560313.

Medical News

Per i neogenitori appuntamento al Consultorio familiare mercoledì 8 novembre, per le coppie in dolce attesa al via il corso di accompagnamento alla nascita mercoledì 15

Si parlerà dello sviluppo del neonato, dell’evoluzione della coppia e della riorganizzazione della famiglia dopo l’arrivo del bebè mercoledì 8 novembre alle ore 9.00 al Consultorio familiare di Ghilarza (via Santa Lucia, 54), nell’incontro dedicato a chi è diventato genitore a giugno e luglio 2017. Saranno affrontati, in particolare, i temi legati all’allattamento al seno, vaccinazioni, prevenzione degli incidenti domestici, sessualità dopo il parto, contraccezione ed altri argomenti di interesse per il gruppo. 

Il mercoledì successivo, 15 novembre, sempre alle ore 9.00 al Consultorio familiare di Ghilarza prenderà il via il nuovo corso di accompagnamento alla nascita rivolto alle coppie in dolce attesa dei bambini che nasceranno nei mesi di gennaio e febbraio 2018. Dieci gli incontri previsti tenuti dall’equipe consultoriale, durante i quali si approfondiranno i temi quali la fisiologia, l’anatomia e i cambiamenti della donna in gravidanza, gli esami da eseguire e gli stili di vita da adottare, le norme a tutela dalla maternità, il travaglio ed il parto, il neonato, i cambiamenti psicologici e il rientro a casa. Al termine di ogni incontro le donne saranno guidate in esercizi di rilassamento, utili per affrontare al meglio il travaglio ed il parto. Alle future mamme sarà inoltre illustrato il progetto regionale per la donazione del sangue del cordone ombelicale, saranno offerte informazioni, consegnato il materiale ed i moduli di adesione alla donazione. I corsi di accompagnamento alla nascita sono inseriti in un percorso educativo che fa parte dell’assistenza prenatale e che ha l’obiettivo di promuovere la salute delle donne in gravidanza e del neonato. 

Tutti gli incontri sono gratuiti. Per informazioni e iscrizioni, è possibile contattare il numero 0785.560413, dal lunedì al venerdì, dalle 8.30 alle 9.30 e dalle 12.30 alle 13.30.

Medical News

Dal mese di ottobre ripresa a pieno regime l’attività di consulenza gratuita sulla commestibilità degli esemplari raccolti

Con l’arrivo delle prime piogge, ha preso il via nelle campagne la raccolta di funghi spontanei, un’attività che potrebbe esporre al rischio di intossicazioni alimentari. Per evitare questo pericolo, i raccoglitori possono rivolgersi all’Ispettorato micologico, un servizio che fornisce consulenza gratuita e qualificata sulla commestibilità delle specie raccolte. 

Attivato dal SIAN (Servizio Igiene degli alimenti e della nutrizione) della ASL 5, l’Ispettorato micologico svolge attività di prevenzione e vigilanza: oltre che consulenze ai raccoglitori, il servizio rilascia le certificazioni sanitarie di commestibilità per la vendita al dettaglio e la somministrazione dei funghi spontanei, vigila sul loro commercio e sulla somministrazione nei pubblici esercizi, promuove iniziative di informazione-educazione sanitaria della popolazione e organizza corsi di formazione in ambito micologico. Gli operatori del SIAN, infine, offrono agli operatori di Pronto soccorso la propria collaborazione, garantita h 24 nei periodi di maggior rischio, in caso di eventuali intossicazioni causate dall’ingestione di funghi velenosi. 

Dal mese di ottobre l’Ispettorato micologico opera nei seguenti giorni ed orari: 


ORISTANO

Via Carducci, 35 4° piano – lunedì, mercoledì, venerdì, ore 9.00- 13.00 


GHILARZA

Piazza San Palmerio – lunedì, ore 10.00– 13.00 

Sarà possibile accedere al servizio al fuori dei giorni ed orari di apertura degli sportelli esclusivamente previo appuntamento telefonico, chiamando i numeri 0783. 317005 / 317787. 

Si ricorda che i funghi devono essere portati all’Ispettorato micologico in cestini rigidi e forati, possibilmente suddivisi per specie, e devono essere interi, freschi, puliti e ben conservati. È inoltre necessario portare con sé l’intero raccolto e non solo un campione, perché fra quelli non controllati potrebbe nascondersi un esemplare non commestibile. I micologi Asl consigliano comunque di non mangiare mai funghi della cui commestibilità non si sia certi e di non consumarli crudi, né in grandi quantità. E’ inoltre opportuno evitare la raccolta indiscriminata di esemplari troppo giovani o troppo maturi, ammuffiti o alterati e fare attenzione a quelli che crescono in zone a rischio inquinamento, nei pressi di discariche, strade ad alto traffico, aree trattate con pesticidi. Infine, nel rispetto dell’ecosistema, si raccomanda di staccare delicatamente i funghi dal terreno e trasportarli in cestini rigidi e forati, per favorire la diffusione delle spore. In caso invece si verifichino dei disturbi dopo aver consumato funghi, è consigliabile recarsi immediatamente al Pronto Soccorso, portando con sé eventuali avanzi del pasto per permettere ai sanitari di identificare tempestivamente le cause del problema.