Medical News

In tutta Italia. Indagine, solo il 32% segue le cure

Settimana contro l’asma dal 5 al 9 giugno con consulti gratuiti in tutta Italia nel centri che aderiscono all’iniziativa. L’evento è stato presentato oggi a Milano e ha l’obiettivo di offrire l’opportunità ai 3 milioni di persone che soffrono di asma in Italia di effettuare una valutazione di controllo dello stato della malattia e ricevere informazioni utili per migliorare la gestione della patologia.
L’iniziativa è promossa da Federasmaeallergie Onlus – Federazione Italiana Pazienti, con il patrocinio della Società Italiana di Allergologia, Asma ed Immunologia Clinica (Siaaic) e della Società Italiana di Pneumologia (Sip), e il supporto non condizionato di AstraZeneca. “Poichè è una malattia cronica – sottolinea Carlo Filippo Tesi, presidente di Federasmaeallergieonlus – l’asma necessita di una terapia adeguata, non deve essere mai sottovalutata perché può avere conseguenze molto pericolose”. Tuttavia, stando a un’indagine presentata oggi in conferenza stampa, solo il 32% dei pazienti rispetta la terapia farmacologica, mentre il 56% usa i farmaci solo quando ha un attacco o al bisogno, e il 12% non segue alcuna terapia.
“Le patologie respiratorie costituiscono uno dei più rilevanti problemi sanitari – sottolinea Francesco Blasi, professore ordinario di Malattie Respiratorie dell’Università di Milano – per il numero di persone che ne sono colpite, anche nelle fasce d’età giovanili, e l’elevata mortalità”.
   
Il Numero Verde per prenotare le visite gratuite è 800 628989, attivo già dal 15 maggio, dal lunedì al venerdì.

Medical News

Lorenzin, il 18 marzo su Gazzetta ufficiale, giornata storica

Attesi da 15 anni, domani arrivano finalmente i nuovi Lea (Livelli essenziali di assistenza) aggiornati, cioè le prestazioni e i servizi che il Servizio sanitario nazionale (Ssn) deve garantire a tutti i cittadini gratuitamente o dietro pagamento di un ticket. Sabato 18 marzo, come annunciato dal ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, sarà ”una giornata storica”, perché saranno pubblicati in Gazzetta ufficiale i nuovi Lea.
Il documento, firmato lo scorso 12 gennaio dal premier Paolo Gentiloni, mette tra le nuove prestazioni garantite la fecondazione assistita eterologa ed omologa, i nuovi vaccini, lo screening alla nascita, l’esenzione dal ticket per endometriosi, i trattamenti per la celiachia e ulteriori malattie rare. Entra anche il trattamento dell’AUTISMO, con diagnosi precoce, cura e trattamento individualizzato, integrazione nella vita sociale e sostegno per le famiglie. Importanti novita’ anche per le MALATTIE RARE: si assegna un codice che da’ diritto all’esenzione dalla partecipazione alla spesa a 110 nuove malattie rare. Viene rivisto inoltre l’elenco delle MALATTIE CRONICHE e invalidanti, con l’introduzione di 6 patologie esenti da ticket, tra cui Broncopneumopatia ostruttiva, sindrome da talidomide ed endometriosi moderata e grave. Alcune malattie gia’ esenti come malattie rare vengono spostate tra quelle croniche, come la celiachia e la Sindrome di Down.
Molto si investe in prevenzione, con il recepimento del nuovo Piano Vaccinale che introduce NUOVI VACCINI, come l’anti Pneumococco, l’anti Meningococco e l’anti Varicella. Previsti poi SCREENING alla nascita per individuare con anticipo eventuale sordita’ e cataratta congenita, e una quarantina di malattie metaboliche ereditarie. Il testo dei nuovi Lea aggiorna anche il NOMENCLATORE DELLA SPECIALISTICA AMBULATORIALE, fermo al 1996, introducendo le prestazioni per la procreazione medicalmente assistita, omologa ed eterologa, finora erogate solo in ricovero ospedaliero. Si prevedono inoltre le prestazioni di genetica e terapie innovative come l’adroterapia per la cura dei tumori o la radioterapia stereotassica. Attesissimo pure l’aggiornamento del NOMENCLATORE PROTESICO fermo al 1999, che introduce negli elenchi dei dispositivi ausili informatici e di comunicazione (come i comunicatori oculari e le tastiere adattate), come quelli per i malati di Sla, apparecchi acustici digitali e carrozzine a tecnologia avanzata. Saranno forniti dal Ssn attrezzature per disabili come barelle adattate per la doccia, arti artificiali di ultima generazione, sistemi di riconoscimento vocale e di puntamento con lo sguardo. Per far spazio alle nuove prestazioni, alcune di quelle precedentemente previste sono state escluse poiche’ obsolete. Nei nuovi Lea sono previsti anche i trattamenti contro la LUDOPATIA e la TERAPIA DEL DOLORE. L’investimento complessivo è di 800 milioni di euro annui, e ci sarà una Commissione nazionale che monitorerà il contenuto dei Lea, escludendo prestazioni che divengano obsolete e valutando di erogare a carico del Ssn trattamenti che nel tempo si dimostrino innovativi. In questo modo, ha assicurato il ministro, ”per l’aggiornamento dei Lea non bisognera’ attendere altri 15 anni”.

Medical News

Con Piano vaccinale collegato a nuovi Livelli assistenza

Arriva la nuova sanità con l’aggiornamento dei Lea, i livelli essenziali di assistenza firmato dal premier, Paolo Gentiloni. Vaccini gratis per tutti e senza ticket. ‘Non sono una cura, ma la prevenzione collettiva per la popolazione’, dice la ministra Lorenzin. Tra le vaccinazioni gratuite, quelle contro pneumococco, meningococco, papillomavirus anche agli adolescenti maschi, vaccino anti-influenzale per gli anziani over-65. Aggiornati gli elenchi di malattie rare e croniche. Novità per la fecondazione assistita. Previsti la terapia del dolore e trattamenti contro la ludopatia.
“Con il nuovo piano nazionale vaccini, collegato ai nuovi Livelli essenziali di assistenza (Lea), il cui decreto è stato firmato dal premier Paolo Gentiloni, i vaccini saranno gratis per tutti e senza pagamento del ticket, perche’ i vaccini non sono da considerarsi una cura ma attengono alla prevenzione collettiva della popolazione”. Lo ha affermato all’ANSA il ministro della Salute, Beatrice Lorenzin.
Tra le vaccinazioni che saranno gratuite, l’anti-Pneumococco, anti-Meningococco, Papillomavirus anche agli adolescenti maschi, vaccino anti-influenzale per gli anziani over-65.
“Per l’aggiornamento dei Livelli essenziali di assistenza non bisognerà attendere altri 15 anni”, ha sottolineato Lorenzin, ricordando come sia stata infatti costituita la Commissione nazionale per l’aggiornamento dei Lea. “La Commissione – sottolinea il ministro – avrà il compito di monitorarne costantemente il contenuto dei Lea, escludendo prestazioni, servizi o attività che divengano obsoleti e valutando di erogare a carico del Servizio sanitario nazionale trattamenti che, nel tempo, si dimostrino innovativi o efficaci per la cura dei pazienti”. Lo stanziamento previsto, ha ricordato Lorenzin, è pari a 800 milioni. I nuovi Lea, “dopo 15 anni – ha ribadito il ministro – rappresentano un passaggio storico per la sanità italiana”.

Medical News

Il quadrivalente “Nessuna angoscia. Strutture sanitarie pronte”

“Abbiamo deciso la distribuzione gratuita del vaccino quadrivalente che copre anche il ceppo di meningite più aggressivo fino ai 18 anni”. Lo annuncia il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca su Lira Tv. La vaccinazione è prevista, precisa, “per una copertura completa dei bambini e dei ragazzi che frequentano di più luoghi affollati”. Il governatore sottolinea che non deve esserci: “nessun clima di angoscia per la meningite, la situazione è sotto controllo, con strutture pronte a intervenire e qualificate”.

Medical News

Progetto medicina sociale fino ottobre, 40% degli assistiti è italiano

Anziani, separati, famiglie numerose e monoreddito: sono i nuovi poveri dell’Italia che ha smesso di curarsi. Per queste persone in difficoltà, è ripresa e continuerà fino ad ottobre la distribuzione di occhiali, protesi acustiche e protesi dentali gratuite nell’ambito dei progetti di medicina sociale dell’Istituto Nazionale Salute Migrazioni e Povertà (Inmp), anche noto come l”ospedale degli ultimi’ a Roma.

”A causa della crisi – afferma il direttore generale Inmp Concetta Mirisola – ormai circa il 40% dei nostri assistiti è italiano. Siamo un Ente del Servizio sanitario nazionale e le persone in difficoltà vengono da noi in quanto bisognose di cure e farmaci, ma anche di ascolto solidale”. All’Inmp, sottolinea, ”siamo tutti impegnati nella presa in carico della persona, con i suoi bisogni. Oltre agli ambulatori specialistici, che sono il centro della nostra attività di assistenza sanitaria, abbiamo attivato anche uno sportello degli ‘Avvocati di strada’ per chi ha perso il lavoro, e in seguito, la casa e la residenza, e non avrebbe diritto all’assistenza sanitaria”.

Negli ultimi tre anni, grazie a tali progetti, all’Inmp sono state eseguite 9.281 visite oculistiche e distribuiti 2241 occhiali; 8575 visite odontoiatriche e 1690 protesi dentali; 9305 visite audiologiche e 109 protesi acustiche. Attivi anche ulteriori progetti nel campo della ginecologia, gastroenterologia, dermatologie e malattie infettive. Sono oltre 330mila le prestazioni erogate su 90mila pazienti dal 2008 ad oggi nel poliambulatorio di Roma, e 5.000 le prestazioni nell’attività sanitaria svolta presso i centri di accoglienza per migranti di Trapani e Lampedusa.