Medical News

La stagione dei funghi sta per iniziare e l’Ispettorato Micologico del Dipartimento della Prevenzione della Azienda USL Toscana Sud Est comunica che da lunedì 17 settembre, i tecnici della Prevenzione -micologi garantiscono il servizio di consulenza gratuita ai cittadini.
L’obiettivo è di prevenire le intossicazioni da funghi tossici e velenosi che si verificano puntualmente ogni anno durante la stagione fungina. Si raccomanda ai cittadini di sottoporre sempre al controllo tutti i funghi raccolti o regalati. Solo il micologo, infatti, può determinarne la loro commestibilità o tossicità.
I funghi devono essere presentati al controllo in contenitori rigidi e forati (tipo cestini) e devono essere:
interi (non recisi o tagliati, non spezzettati, non lavati, non raschiati o comunque privi di parti essenziali al loro riconoscimento)
puliti da terriccio, foglie e/o altri corpi estranei
in buono stato di conservazione
In provincia di Grosseto ecco giorni e orari di apertura:
Grosseto: Villa Pizzetti, via Cimabue 109 – lunedì, mercoledì e venerdì, dalle 12 alle 14 (tel. 0564 485161);
Colline Metallifere:
Follonica, viale Europa – lunedì e venerdì, dalle 13.30 alle 14.30 (tel. 0566 909408 – 59516 – 59585);
Massa Marittima, viale Risorgimento – lunedì e venerdì, dalle 13 alle 14 (tel. 0566 909408 – 59516 – 59585);
Amiata grossetana:
Arcidosso, via degli Olmi – lunedì e venerdì, dalle 12.00 alle 13.30 (tel. 0564 914806 – 914807);
L’accesso agli Sportelli Micologici è consentito nei giorni e negli orari indicati. Al di fuori degli stessi o dove lo sportello non è presente, compatibilmente con le esigenze di servizio, è possibile usufruire del servizio di consulenza micologica tramite appuntamento telefonico, contattando la segreteria del dipartimento di Prevenzione al 0564 485161.

Medical News

Da lunedì 2 ottobre i micologi Assl saranno nuovamente a disposizione dei raccoglitori per verificare la commestibilità degli esemplari raccolti


Da lunedì 2 ottobre gli esperti dell’Ispettorato micologico, attivo gratuitamente presso il Servizio igiene degli alimenti e della nutrizione (Sian) della della Ats-Assl di Oristano, saranno nuovamente a disposizione dei raccoglitori di funghi spontanei per verificarne la commestibilità e garantirne il consumo in piena sicurezza. 
Il servizio ha sede a Oristano (via Carducci, 35 – 4° piano) ed è aperto nei giorni di lunedì, mercoledì, venerdì dalle ore 9.00 alle 13.00, senza prenotazione. Sarà possibile accedere allo sportello anche al fuori dei giorni ed orari di apertura, previo appuntamento telefonico chiamando i numeri 0783.317787/317005/317721, dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 13.00. 
E’ opportuno che i funghi presentati all’Ispettorato micologico siano contenuti in cestini rigidi e forati, possibilmente suddivisi per specie, interi, freschi, puliti e ben conservati. È inoltre necessario portare con sé l’intero raccolto e non solo un campione, perché fra quelli non controllati potrebbe essere presente un esemplare non commestibile. I micologi Assl consigliano, in ogni caso, di non mangiare mai funghi della cui commestibilità non si sia certi e di non consumarli crudi, né in grandi quantità. E’ buona norma, poi, evitare la raccolta indiscriminata di esemplari troppo giovani o troppo maturi, ammuffiti o alterati e fare attenzione a quelli che crescono in zone a rischio inquinamento, nei pressi di discariche, strade ad alto traffico, aree trattate con pesticidi. Infine si raccomanda di staccare delicatamente i funghi dal terreno, nel rispetto dell’ecosistema, e trasportarli in cestini rigidi e forati, per favorire la diffusione delle spore. In caso invece si verifichino dei disturbi dopo aver consumato funghi, è consigliabile recarsi immediatamente al Pronto Soccorso, portando con sé eventuali avanzi del pasto per permettere ai sanitari di identificare tempestivamente le cause del problema. 
Oltre che fornire consulenza gratuita e qualificata ai raccoglitori, l’Ispettorato micologico rilascia le certificazioni sanitarie di commestibilità per la vendita al dettaglio e la somministrazione dei funghi spontanei, vigila sul loro commercio e sulla somministrazione nei pubblici esercizi, promuove iniziative di informazione-educazione sanitaria della popolazione e organizza corsi di formazione in ambito micologico. Gli operatori del Sian, infine, offrono agli operatori di Pronto soccorso la propria collaborazione, garantita h 24 nei periodi di maggior rischio, in caso di eventuali intossicazioni causate dall’ingestione di funghi velenosi.

Medical News

Dal mese di ottobre ripresa a pieno regime l’attività di consulenza gratuita sulla commestibilità degli esemplari raccolti

Con l’arrivo delle prime piogge, ha preso il via nelle campagne la raccolta di funghi spontanei, un’attività che potrebbe esporre al rischio di intossicazioni alimentari. Per evitare questo pericolo, i raccoglitori possono rivolgersi all’Ispettorato micologico, un servizio che fornisce consulenza gratuita e qualificata sulla commestibilità delle specie raccolte. 

Attivato dal SIAN (Servizio Igiene degli alimenti e della nutrizione) della ASL 5, l’Ispettorato micologico svolge attività di prevenzione e vigilanza: oltre che consulenze ai raccoglitori, il servizio rilascia le certificazioni sanitarie di commestibilità per la vendita al dettaglio e la somministrazione dei funghi spontanei, vigila sul loro commercio e sulla somministrazione nei pubblici esercizi, promuove iniziative di informazione-educazione sanitaria della popolazione e organizza corsi di formazione in ambito micologico. Gli operatori del SIAN, infine, offrono agli operatori di Pronto soccorso la propria collaborazione, garantita h 24 nei periodi di maggior rischio, in caso di eventuali intossicazioni causate dall’ingestione di funghi velenosi. 

Dal mese di ottobre l’Ispettorato micologico opera nei seguenti giorni ed orari: 


ORISTANO

Via Carducci, 35 4° piano – lunedì, mercoledì, venerdì, ore 9.00- 13.00 


GHILARZA

Piazza San Palmerio – lunedì, ore 10.00– 13.00 

Sarà possibile accedere al servizio al fuori dei giorni ed orari di apertura degli sportelli esclusivamente previo appuntamento telefonico, chiamando i numeri 0783. 317005 / 317787. 

Si ricorda che i funghi devono essere portati all’Ispettorato micologico in cestini rigidi e forati, possibilmente suddivisi per specie, e devono essere interi, freschi, puliti e ben conservati. È inoltre necessario portare con sé l’intero raccolto e non solo un campione, perché fra quelli non controllati potrebbe nascondersi un esemplare non commestibile. I micologi Asl consigliano comunque di non mangiare mai funghi della cui commestibilità non si sia certi e di non consumarli crudi, né in grandi quantità. E’ inoltre opportuno evitare la raccolta indiscriminata di esemplari troppo giovani o troppo maturi, ammuffiti o alterati e fare attenzione a quelli che crescono in zone a rischio inquinamento, nei pressi di discariche, strade ad alto traffico, aree trattate con pesticidi. Infine, nel rispetto dell’ecosistema, si raccomanda di staccare delicatamente i funghi dal terreno e trasportarli in cestini rigidi e forati, per favorire la diffusione delle spore. In caso invece si verifichino dei disturbi dopo aver consumato funghi, è consigliabile recarsi immediatamente al Pronto Soccorso, portando con sé eventuali avanzi del pasto per permettere ai sanitari di identificare tempestivamente le cause del problema.