Medical News

In arrivo 100 milioni di dollari per scoprire i segreti del cervello: sono i finanziamenti per l’ambizioso progetto Brain Initiative lanciato nel 2013 dal presidente Obama per combattere malattie del cervello, come Parkinson e Alzheimer, e che si aggiungono ai 300 milioni di dollari già stanziati. A dare il contributo sono il National Institutes of Health (Nih), la fondazione privata Kavli e alcuni centri universitari americani.

Nato nel 2013, il progetto Brain (Brain Research through Advancing Innovative Neurotechnologies) Initiative punta a svelare tutti i segreti del funzionamento del cervello umano e a sviluppare nuove avanzatissime tecnologie e cure. I nuovi fondi serviranno alla creazione di 3 nuovi laboratori di ricerca, all’interno delle università di Maryland, New York, California e a sostenere ulteriormente le attività già avviate in altri 4 centri di ricerca.

Circa la metà dei 100 milioni di dollari arriva dalla Fondazione Kavli, nata per supportare la ricerca scientifica, mentre circa 40 sono stati offerti da Nih. “Quella di oggi è una nuova pietra miliare della Brain Initiative”, ha spiegato Tom Insel, direttore dell’istituto nazionale americano di salute mentale. Attraverso questi nuovi finanziamenti sono stati creati 67 nuovi bandi per incentivare studi per lo sviluppo di metodi innovativi per misurare l’attività cerebrale e per strumenti per la stimolazione del cervello in pazienti colpiti da gravi traumi.

Medical News

Una migliore alimentazione per i cittadini americani, questo voleva il Presidente Obama durante le sue campagna elettorali. Ora finalmente qualcosa si muove. La Food and Drugs Administration ha vietato l’uso alle aziende alimentari  di grassi insaturi artificiali, perché ritenuti una grave minaccia per la salute. Il divieto entrerà progressivamente in vigore nell’arco di tre anni.

Il bando a livello nazionale segue quello della città di New York, istituito nel 2006 sotto l’amministrazione Michael Bloomberg, e quello della California deciso nel 2008. “L’azione della Fda su ciò’ che e’ la fonte di grassi idrogenati – ha detto Stephen Ostroff, numero due dell’agenzia che ha la supervisione su cibo e medicinali – dimostra che l’impegno principale di questo ente e’ la salute degli americani”. “Questa misura – continua – contribuirà a diminuire la malattie coronariche e a prevenire migliaia di infarti ogni anno”.