Medical News

Martina, ora per la prima volta mense bio saranno certificate

La diffusione di un nuovo modello di consumo consapevole ha determinato in Italia anche un boom delle mense scolastiche bio. Secondo gli ultimi dati disponibili, sono oltre 1.200 le mense censite ufficialmente che fanno uso di prodotti biologici, per un quantitativo di circa un milione di pasti serviti giornalmente. Dalle appena 72 scuole che nel 1996 servivano pasti biologici, si è arrivati a 683 nel 2007, fino a superare quota 1.288 nel 2016, con un quasi raddoppio (+90%) nell’ultimo decennio.
E’ in questo contesto che si inserisce l’emendamento alla manovrina presentato oggi dal Governo, che dà il via alle mense scolastiche biologiche certificate nelle scuole italiane, dagli asili nido alle scuole dell’infanzia, dalle scuole primarie alle secondarie di primo e secondo grado.
L’obiettivo è quello di promuovere e diffondere l’utilizzo di prodotti biologici nell’ambito dei servizi di ristorazione scolastica. A questo scopo viene creato un Fondo da 44 milioni di euro, gestito dal Ministero delle Politiche agricole, per ridurre i costi a carico degli studenti e realizzare iniziative di informazione e promozione nelle scuole.
“Per la prima volta avremo mense scolastiche biologiche certificate – afferma il ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina -. Un risultato importante, che si inserisce nella nostra strategia per promuovere modelli agroalimentari più sostenibili e garantire ai nostri figli un’alimentazione più sana anche nelle scuole”. Martina ha promosso l’emendamento con la sottosegretaria alla presidenza del Consiglio Maria Elena Boschi e le ministre dell’Istruzione e della Salute, Valeria Fedeli e Beatrice Lorenzin.
L’emendamento del Governo prevede ora che le scuole che vorranno attivare il servizio di mensa biologica dovranno inserire le percentuali minime di utilizzo di prodotti biologici, dei requisiti e delle specifiche tecniche fissate dal Ministero delle politiche agricole insieme al Ministero dell’Istruzione.