Medical News

Non solo etero, un diritto anche per le lesbiche e le single

Il governo francese prevede l’apertura della procreazione medicalmente assistita (Pma) per “tutte le donne” nel 2018: è quanto annunciato dal segretario di Stato all’Eguaglianza, Marlène Schiappa, intervistata da Rmc-BfmTv: La promessa del presidente Emmanuel Macron verrà dunque “mantenuta”, ha aggiunto. Dopo anni di riflessione, il Comitato nazionale per le questioni etiche (Ccne) si e’ pronunciato lo scorso giugno a favore della procreazione medicalmente assistita (Pma) anche per le lesbiche e i single.
Per il Ccne questa tecnica non deve essere appannaggio esclusivo delle coppie eterosessuali con problemi di fertilita’.
Favorevole alla ‘Pma per tutte’, Emmanuel Macron, aveva detto che avrebbe atteso le conclusioni del Ccne. Come previsto, il parere del Comitato nazionale sembra dunque aprire la strada a una legge nel nuovo parlamento di Parigi. Il comitato etico si era invece detto contrario alla Gpa, la gestazione per altrui, il cosiddetto ‘utero in affitto’.

Fonte:www.ansa.it

Medical News

“Attenzione alle persone, opportunità anzichè divieti”

Valeria Fedeli firmataria del ddl per la riforma della Legge 40 sulla procreazione assistita, proposta dalla senatrice Emilia Di Biase e già in Commissione. Ne ha parlato lo stesso ministro dell’Istruzione intervenendo al convegno “A dodici anni dal referendum della Legge 40: gli ultimi divieti da cancellare”.
“La politica deve riflettere, non può essere che siano i giudici a modificare poco per volta le leggi”, ha affermato il ministro. E ha continuato: “Dobbiamo porci il problema di che cosa facciamo di fronte a persone che vivono certe situazioni. Troppo spesso il tema è ‘perchè c’è questo divieto? Perchè invece non c’è un’opportunità? Bisogna mettere al centro la ragione del ‘perchè sì'”. Valeria Fedeli ha poi sottolineato l’importanza della trasparenza della responsabilità: “In quanti sanno – ha detto – che la Legge 40 è stata smantellata dai giudici?”.