Medical News

Esperti, si combatte con alimentazione e movimento fisico

Spossatezza, stordimento, calo dell’attenzione e mal di testa. Chi ha questi sintomi al ritorno dalle vacanze è in buona compagnia: secondo gli esperti si chiama ‘post-vacation blues’, è un vero e proprio stress da rientro alla vita quotidiana e metterebbe in difficoltà un italiano di dieci. A soffrirne sarebbero anche i bambini, che potrebbero accusare “fastidiosi mal di testa a causa del rientro sui banchi di scuola”.
Lo stress da rientro, spiega l’Osservatorio Sanpellegrino, “non è una vera e propria patologia ma un disturbo che fa insorgere questi sintomi quando il corpo e la mente fanno fatica a riabituarsi ai ritmi della vita di tutti i giorni”. Tra i consigli per evitarlo c’è quello di pianificare un rientro ‘soft’ dalle vacanze, magari “tornando in città qualche giorno prima dell’inizio ufficiale delle attività. Ma anche riprendere stili di vita sani e abitudini corrette è necessario per concedere al nostro organismo il tempo per riabituarsi gradualmente ai ritmi ed alle responsabilità”.
Anche una corretta alimentazione gioca un ruolo determinante: “E’ importante sapere che il magnesio – dice Alessandro Zanasi, esperto dell’Osservatorio e membro della International Stockholm Water Foundation – è un micronutriente con un ruolo chiave per la regolazione dell’umore e la cura dello stress. Lo possiamo trovare in diversi alimenti, come frutta secca e cibi integrali, ma anche nell’acqua minerale. Prediligere le acque ricche di magnesio ci può aiutare a ripristinare il nostro equilibrio psichico ed emotivo, andando ad armonizzare tutta la sfera nervosa soprattutto quando i disturbi dell’umore diventano più frequenti”. Altri alimenti utili per combattere lo stress da rientro sono il cioccolato, “cibo del buonumore per antonomasia – conclude l’Osservatorio – ma anche il latte e la frutta secca, che influenzano la seronotina”, spesso considerato una sorta di ‘ormone della felicità’. Importante, infine, “anche fare movimento fisico, per ridurre le tensioni e favorire il riposo notturno”.

Fonte:www.ansa.it

Medical News

Il fai da te per tornare a ‘carburare’ dopo l’estate

Le vacanze estive possono dirsi ufficialmente agli sgoccioli ma gia’ prima delle vacanze 1 italiano su 5 (21%) era preoccupato per ciò che avrebbe trovato al rientro, ma ora che agosto è quasi finito “1 su 3 (32%) si scopre più stressato di prima”. A dirlo è uno studio online di In a Bottle (www.inabottle.it).
Gli aspetti più temuti sono il ritorno alla routine (63%), le ansie sul lavoro (57%) e i colleghi (49%). “Lo stress – spiega Giandomenico Bagatin, psicoterapeuta – è dovuto a frustrazione. Le vacanze possono essere piacevoli ma se si torna a una vita insoddisfacente, si rischia di essere più stressati di prima”. Gli eccessi della vacanza mettono alla prova anche la salute: “Spesso – dice Luca Piretta, specialista in Scienze della Nutrizione – ci sono sregolatezza di orari, abuso di alcolici, e a volte sport estremi fatti senza preparazione. Il recupero comincia dalla colazione, dato che saltarla riduce capacità di concentrazione e rendimento fisico. Conta anche bere acque ricche di minerali, per recuperare i sali persi durante l’estate”.
La dottoressa Serena Missori, endocrinologa e nutrizionista, autrice del libro “La dieta dei biotipi”, in collaborazione con Consulcesi Club, spiega quali possono essere i 9 trucchi per sconfiggere lo stress da rientro dalle ferie.
1 – Utilizza acqua fredda sui polsi e poi sul viso. I brividi risvegliano immediatamente e sono un vero toccasana quando si è assonnati.
2 – Bevi un bicchiere d’acqua con succo di limone appena sveglio. Il succo di limone è acido, ma aiuta ad alcalinizzare il corpo donando una sferzata d’energia.
3 – Muoviti: un corpo in movimento tende a rimanere tale mentre un corpo a riposo tende a rimanere a riposo. La mattina fai un paio di minuti di yoga o di saltelli, anche con i bambini, che si divertiranno tantissimo e si prepareranno prima, piuttosto che essere chiamati e richiamati dai genitori con un timbro di voce irritato.
4 – Inizia la giornata immaginando il risultato finale che vuoi raggiungere, e magari scrivilo. Se hai bambini in età scolastica chiedi loro quale gioco vorrebbero fare al rientro affinché sappiano che li aspetta anche qualcosa di divertente.
5 – Non utilizzare mai il telefono in bagno, risparmierai almeno 30 minuti. I tuoi amici, contatti, colleghi, possono aspettare qualche minuto e puoi goderti un po’ di privacy senza perdere la cognizione del tempo per poi dover correre all’impazzata per riuscire a fare tutto.
6 – Imposta la colazione e il pranzo la sera prima, sia per te sia per i bambini; prepara già la tavola per la colazione, scegli i frullati e prepara gli ingredienti secchi nel frullatore la sera prima e aggiungi il liquido poco prima della colazione. In 30 secondi sarà tutto pronto. Quando prepari la cena, lascia da parte del cibo per il pranzo del giorno dopo e disponilo in appositi contenitori in frigorifero, metti un post-it sulla porta di casa con su scritto ‘pranzo in frigo’, e mettilo in borsa prima di uscire.
7 – La sera metti gli snack direttamente nella borsa, così come negli zaini dei bambini; se sono abbastanza grandi e autonomi puoi affidare loro questo piccolo compito.
8 – Inizia la giornata con un ‘grazie’ e un ‘buongiorno’, questo predisporrà la tua mente alla soluzione dei problemi e non allo scoraggiamento.
9 – Non dimenticare di respirare. Quando ci si alza molto presto e si hanno i minuti contati, si respira in modo superficiale e velocemente. Questo aumenta lo stato di ansia e preoccupazione.
Prenditi un minuto per focalizzare l’attenzione sul respiro, inspira profondamente gonfiando bene il torace ed espira via tutta l’aria, preferibilmente davanti a una finestra aperta.

Medical News

Funghi, mandorle, uova e spinaci, ma anche sonno adeguato e colazione al mattino

I funghi, le mandorle, le biete, gli anacardi, le uova, gli spinaci, il fegato, il cacao, il cefalo (muggine), il latte, i cereali integrali e i legumi. Questi i ‘super-cibi’ che possono aiutare a risollevare l’umore al rientro dalle ferie e in vista dell’autunno, perché ricchi di un amminoacido essenziale, il triptofano, utile per sintetizzare la serotonina, nota anche come “ormone del buonumore”. Per una ripresa il più possibile ‘sprint’, poi, meglio dormire un numero adeguato di ore, da sette a otto per notte, e anticipare di dieci minuti la sveglia al mattino per dedicarsi alla colazione.

Questi alcuni dei consigli della biologa-nutrizionista Viviana Acclavio, Collaboratrice Studio ABR. Tra le regole essenziali per sostenere al meglio lo stress da rientro, essenziale e’ l’idratazione. Ricordarsi di bere acqua è importante, oltre al consumo di frutta e verdura di stagione, mentre per quanto riguarda gli alcolici è meglio limitarli il più possibile, per aiutare anche fegato e reni a depurarsi dagli aperitivi estivi. A tavola, per condire, è preferibile l’olio extravergine di oliva, con poco sale, meglio se iodato, e optando invece per le spezie, come rosmarino, timo, maggiorana, melissa, origano, menta, fonti di vitamine e composti fenolici contro l’invecchiamento cellulare.

Inoltre è importante mangiare due-tre volte a settimana il pesce, principale fonte alimentare di omega 3, che contiene anche ferro, zinco, rame. Infine, è essenziale masticare correttamente, perché mangiando lentamente e aumentando il numero di masticazioni, introduciamo meno calorie e aumentiamo il senso di sazietà. E poi fare il pieno di vitamina A, E, C, zinco e selenio per contrastare i malanni della stagione che ci aspetta. Questo autunno a tavola non potranno mancare agrumi, kiwi, cavoli, broccoli, cavolfiori, rucola, ravanelli, pesce e carne.