Medical News

Martedì 11 aprile 2017 alle ore 10.30, presso la Sala Dusmet del Presidio Ospedaliero Garibaldi-Centro, alla presenza del Sindaco di Catania, Enzo Bianco, del Prefetto, Silvana Riccio, del vicario episcopale, monsignor Gaetano Zito e dell’Imam Kheit Abdelhafid, il direttore generale dell’Arnas Garibaldi, Giorgio Santonocito, presenterà la “Carta dei Servizi” destinata ai pazienti stranieri, appositamente tradotta in quattro lingue: inglese, francese, arabo e cinese.
Iniziativa unica in Sicilia, nata grazie alla Linea Progettuale “Contrasto delle disuguaglianze in sanità” PSN 2012, dimostra l’importanza che l’Arnas Garibaldi attribuisce al concetto di accoglienza del paziente, di qualunque nazionalità esso sia, nella convinzione che una giusta comunicazione agevoli anche la prassi sanitaria.
Durante la presentazione sarà esposto anche il progetto internazionale “Parole in grembo”, ideato dal direttore del dipartimento materno-infantile, Giuseppe Ettore, e destinato alle coppie straniere in attesa di avere un figlio.

Medical News

Lorenzin, il 18 marzo su Gazzetta ufficiale, giornata storica

Attesi da 15 anni, domani arrivano finalmente i nuovi Lea (Livelli essenziali di assistenza) aggiornati, cioè le prestazioni e i servizi che il Servizio sanitario nazionale (Ssn) deve garantire a tutti i cittadini gratuitamente o dietro pagamento di un ticket. Sabato 18 marzo, come annunciato dal ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, sarà ”una giornata storica”, perché saranno pubblicati in Gazzetta ufficiale i nuovi Lea.
Il documento, firmato lo scorso 12 gennaio dal premier Paolo Gentiloni, mette tra le nuove prestazioni garantite la fecondazione assistita eterologa ed omologa, i nuovi vaccini, lo screening alla nascita, l’esenzione dal ticket per endometriosi, i trattamenti per la celiachia e ulteriori malattie rare. Entra anche il trattamento dell’AUTISMO, con diagnosi precoce, cura e trattamento individualizzato, integrazione nella vita sociale e sostegno per le famiglie. Importanti novita’ anche per le MALATTIE RARE: si assegna un codice che da’ diritto all’esenzione dalla partecipazione alla spesa a 110 nuove malattie rare. Viene rivisto inoltre l’elenco delle MALATTIE CRONICHE e invalidanti, con l’introduzione di 6 patologie esenti da ticket, tra cui Broncopneumopatia ostruttiva, sindrome da talidomide ed endometriosi moderata e grave. Alcune malattie gia’ esenti come malattie rare vengono spostate tra quelle croniche, come la celiachia e la Sindrome di Down.
Molto si investe in prevenzione, con il recepimento del nuovo Piano Vaccinale che introduce NUOVI VACCINI, come l’anti Pneumococco, l’anti Meningococco e l’anti Varicella. Previsti poi SCREENING alla nascita per individuare con anticipo eventuale sordita’ e cataratta congenita, e una quarantina di malattie metaboliche ereditarie. Il testo dei nuovi Lea aggiorna anche il NOMENCLATORE DELLA SPECIALISTICA AMBULATORIALE, fermo al 1996, introducendo le prestazioni per la procreazione medicalmente assistita, omologa ed eterologa, finora erogate solo in ricovero ospedaliero. Si prevedono inoltre le prestazioni di genetica e terapie innovative come l’adroterapia per la cura dei tumori o la radioterapia stereotassica. Attesissimo pure l’aggiornamento del NOMENCLATORE PROTESICO fermo al 1999, che introduce negli elenchi dei dispositivi ausili informatici e di comunicazione (come i comunicatori oculari e le tastiere adattate), come quelli per i malati di Sla, apparecchi acustici digitali e carrozzine a tecnologia avanzata. Saranno forniti dal Ssn attrezzature per disabili come barelle adattate per la doccia, arti artificiali di ultima generazione, sistemi di riconoscimento vocale e di puntamento con lo sguardo. Per far spazio alle nuove prestazioni, alcune di quelle precedentemente previste sono state escluse poiche’ obsolete. Nei nuovi Lea sono previsti anche i trattamenti contro la LUDOPATIA e la TERAPIA DEL DOLORE. L’investimento complessivo è di 800 milioni di euro annui, e ci sarà una Commissione nazionale che monitorerà il contenuto dei Lea, escludendo prestazioni che divengano obsolete e valutando di erogare a carico del Ssn trattamenti che nel tempo si dimostrino innovativi. In questo modo, ha assicurato il ministro, ”per l’aggiornamento dei Lea non bisognera’ attendere altri 15 anni”.

Medical News

Gli auguri del ministro per il nuovo anno, un grazie a lavoro operatori sanitari

“Portare nella vita dei cittadini italiani le tante norme che sono diventate legge quest’anno, a partire dalle nuove prestazioni sanitarie garantite dai rinnovati Livelli essenziali di assistenza: queste prestazioni devono entrare nelle case degli italiani”. E’ l’auspicio del ministro della Salute, Beatrice Lorenzin, che ha rivolto i propri auguri ai cittadini sottolineando le priorità per il prossimo anno.
 “Per il nuovo anno, altro auspicio è uniformare verso l’efficienza tutto il territorio nazionale, con un’attenzione particolare – ha detto il ministro – alle Regioni del Sud, dove c’e’ grandissima sofferenza e disparità di accesso alle cure nonostante le leggi fatte. Dobbiamo lavorare insieme per fare in modo che il Sud possa respirare e usufruire dei fondi in piu’ stanziati”. Tra gli obiettivi del 2017, anche lo sblocco del turn over per le assunzioni di medici e infermieri. “Infine – ha concluso Lorenzin – un grande ringraziamento al lavoro incredibile dei nostri operatori sanitari e un abbraccio a tutte le famiglie che festeggiano il Natale con i propri cari malati, sapendo che la persona malata è una persona e la malattia è una fase della vita”.

Medical News

Giovedì 4 agosto 2016 si è svolta, nei locali della ASL di via Tirso, l’inaugurazione dei nuovi locali per i servizi del Dipartimento di Prevenzione, Consultorio Familiare, Pediatria di Comunità e Ambulatorio Micologico. Nello stesso giorno sono stati anche inaugurati, presso il Presidio Ospedaliero San Camillo di Sorgono i nuovi locali per gli uffici del Distretto, CUP (Centro Unificato di Prenotazione), Farmacia Territoriale, ADI (Assistenza Domiciliare Integrata), la nuova portineria e le nuove cucine. All’importante evento erano presenti le autorità cittadine, nella persona del sindaco Giovanni Arru, i responsabili dei Servizi coinvolti, moltissimi operatori aziendali e semplici cittadini. La direzione della ASL di Nuoro al gran completo, con il Commissario Straordinario, Dott. Mario Carmine Antonio Palermo, i Direttori Sanitario Dott. ssa Maria Carmela Dessì, e Amministrativo, Dott.ssa Carmen Atzori, ha voluto sottolineare la vicinanza ad un territorio da sempre svantaggiato per quanto attiene la possibilità di accedere all’offerta sanitaria, la consapevolezza della intensa attività della direzione distrettuale nel portare avanti un programma di ammodernamento delle strutture e la propria volontà di rendere sempre più operativo il Presidio Ospedaliero, con una nuova organizzazione basata sul modello “per intensità di cure” e di cui, a breve, verranno completate le nuove Sale Operatorie e il nuovo Pronto Soccorso. Le nuove inaugurazioni sono il risultato di un’intensa e determinata azione ri-organizzativa da parte della Direzione Distrettuale, supportata dalla direzione della ASL, e – in particolare – della Dott.ssa Paola Raspitzu, Direttore del Distretto Sanitario di Sorgono, mirante a migliorare i servizi rivolti ai cittadini. Le strutture sono dotate di impianti tecnologici a norma di legge, sono tutelate le esigenze derivanti dalla normativa sulla sicurezza dei luoghi di lavoro e della privacy, rendendo più facilmente accessibili i servizi sanitari, concentrandone la dislocazione per tipologia similare e garantendone l’offerta con risposte assistenziali per aree omogenee. Non da ultimo, tutti i servizi sono stati trasferiti in locali di proprietà della ASL, con notevole risparmio per le casse aziendali. Particolare attenzione è stata dedicata alla possibilità per l’utente di avere un rapporto più diretto con gli uffici nell’ambito della semplificazione e umanizzazione dell’offerta sanitaria, anche nel settore amministrativo. Non da ultimo, risulta importante l’attivazione delle cucine, equipaggiate con modernissime attrezzature, anche nell’ottica di risparmio (in precedenza i pasti venivano preparati all’esterno), e propedeutica all’apertura della mensa per il personale.