Medical News

Si intitola “Storie di infortunio” il progetto del Centro di Documentazione per la Promozione della Salute (DoRS) della Regione Piemonte a cui prendono parte alcuni operatori del servizio S.Pre.S.A.L della ASL CN1. Come si legge sul sito del DoRS, “per molti anni i messaggi di salute e sicurezza sono stati divulgati privilegiando uno stile puramente informativo, razionale, come se l’importanza intrinseca del tema fosse, da sola, garanzia di interesse e comprensione da parte del destinatario”. Con il tempo, si è compreso che, per far crescere la consapevolezza e la sensibilità sull’argomento, fosse necessario un maggiore coinvolgimento delle parti sociali e dei cittadini. Si legge ancora che “comunicare la salute attraverso lo schema della narrazione attiva un processo di identificazione, aiuta il destinatario a contestualizzare il tema presentato e a individuare cause e conseguenze”. È con questo obiettivo, dunque, che sono state raccolte 61 testimonianze pubblicate recentemente in un volume dal titolo “Vittime”. Ogni racconto narra una storia individuale ma, riletto nell’ambito di una comunità, diventa parte di un sapere collettivo come patrimonio da condividere per evitare il ripetersi di tanti eventi infausti. Il volume (in formato e-pub o pdf) può essere scaricato dal sito del DoRS al link https://www.dors.it/page.php?idarticolo=3179. La raccolta, realizzata dagli operatori dei Servizi di prevenzione e sicurezza negli ambienti di lavoro del Piemonte e della Lombardia, nasce dallo sforzo di restituire umanità e sentimento ai protagonisti delle inchieste e degli infortuni, vittime entrambi di un sistema di sicurezza che non funziona come dovrebbe. Uno spazio per raccontare i problemi e le carenze di sicurezza, ma anche la prevenzione degli infortuni.

Medical News

Sabato 16 Giugno 2018 – U.O. E.P.S.A. – Via Bambino, 32 Catania

EVENTO ACCREDITATO ECM

Ore 8:00 Introduce e coordina i lavori:
Salvatore Cacciola – (Dirigente Responsabile U.O. E.P.S.A.)

Interventi:

La Sicurezza nelle nostre abitazioni
Accadimento e comportamenti per una casa sicura
Antonella Scroppo (Assistente Sanitario Distr. di Gravina ASP Catania)

Il D.lgs 81/08 e s.m.i. (Sicurezza e Igiene nei Luoghi di Lavoro)
L’ambiente domestico come luogo di lavoro. Il rischio elettrico,
MMC, incendio.

Martino Gelsomino (Ingegnere)

Video sui principali Rischi: Ustioni, Intossicazioni, Tagli e Ferite,
Annegamento, Cadute, Folgorazione, Soffocamento.

Tiziana Bosco (Esperta Multimediale)

Ore 14:00 Conclusioni

PROFESSIONI ALLE QUALI SI RIFERISCE L’EVENTO
MMG – Medico di Medicina Generale
PLS – Pediatri di Libera Scelta
Infermieri Professionali
Collaboratori familiari
Educatori Scolastici
Caregiver

Scarica Modulo

Medical News

“Mi sono assunta la piena responsabilità” dice ministro

“Come ministro mi sono assunta la piena responsabilità di mettere in sicurezza il sistema italiano, i nostri bambini, le persone adulte e soprattutto la collettività e quelle persone che non possono essere vaccinate che sono tante e che rischiano di dover fare una vita in isolamento”: lo ha detto il ministro della Salute Beatrice Lorenzin all’ospedale Media Valle del Tevere a Pantalla di Todi. Da dove ha iniziato la visita ad alcune strutture della Usl Umbria 1.
“Nelle prossime ore – ha sottolineato il ministro – verrà licenziato il decreto dal Quirinale dopo di che faremo una conferenza in cui presenteremo tutte le schede perché abbiamo letto di tutto e di più in questi giorni”.

Medical News

In Italia circa 50 bambini under4 muoiono per questa causa

Quando si passa dalle pappe cremose e frullate ai primi bocconi di cibo solido e il bebè non è ancora capace di masticare, mamma e papà possono vivere con apprensione il momento dei pasti, con la paura che un boccone ”vada di traverso”. Per aiutare i genitori arriva la prima “Guida sulla sicurezza a tavola”, il manuale della Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale che insegna ad eseguire la “manovra salvavita”.
Il manuale, “La sicurezza a tavola. Genitori oggi: i trucchi del mestiere. Come si esegue la manovra salvavita” (Pier Carlo Salari, Francesco Pastore e Marco Squicciarini), è stato presentato a Firenze. “I dati riportano che ogni anno in Italia circa 50 bambini con meno di 4 anni muoiono per soffocamento, nel 70% dei casi dovuto a cibo – afferma Giuseppe Di Mauro, Presidente SIPPS: “la Guida è fondamentale per i genitori e dovrebbe essere presente in tutte le case dove c’è un bambino”. Ogni settimana, in media, un bambino perde la vita a seguito di cibo o corpi estranei. Il 42% dei bimbi ha un incidente quando è solo e ha eluso la sorveglianza di un adulto, mentre il restante 58% ha un incidente grave con un adulto presente ma che non riconosce il cibo pericoloso e non sa come intervenire. Nel 30% dei casi, inoltre, il soffocamento, e quindi l’ostruzione delle vie aeree, è provocato da oggetti o giochi di piccole dimensioni. Tutti gli oggetti che passano attraverso un foro del diametro di 4,5 cm sono pericolosi per i bambini di età inferiore ai 4 anni. Tra questi, i più pericolosi e più frequentemente responsabili di soffocamento sono pile al litio, palline di gomma, parti di giocattoli, pongo, monete, tappi di biro o penne. Il manuale, inoltre, divide gli alimenti in quattro categorie (molli o scivolosi, duri o secchi, solidi o semisolidi, appiccicosi o collosi) e “disegna” le modalità per ingerirli nel modo corretto.
“La guida – aggiunge Francesco Pastore pediatra, formatore nazionale Basic Life Support (BLS) e Pediatric Basic Life Support (PBLS) – dipende anche dal rispetto di semplici norme comportamentali, valide soprattutto per i bambini più grandi: mi riferisco alla buona abitudine di non parlare mentre si mangia e di non distrarsi, per esempio, per leggere, giocare o guardare la televisione, che peraltro dovrebbe essere spenta”.