Medical News

E’ il primo caso nel Paese

In Spagna è nato un bambino affetto da microcefalia associata al virus Zika. Si tratta del primo caso nel Paese, affermano le autorità sanitarie. La patologia è stata diagnosticata lo scorso maggio, ed il Vall d’Hebron University Hospital ha annunciato oggi che sia il bambino sia la madre sono in ”condizioni stabili”.

La madre aveva viaggiato precedentemente in Sud America, dove aveva contratto il virus Zika. Il virus, veicolato da un tipo di zanzare, può causare microcefalia, una patologia per la quale i neonati presentano una testa più piccola e danni cerebrali. Il fenomeno si è dapprima manifestato in Brasile.

Il sito del ministero della Salute riporta che in Spagna sono stati registrati 190 casi di infezioni da virus Zika: in tutti i casi tranne uno l’infezione è stata contratta all’estero. Un caso di trasmissione sessuale è stato registrato a Madrid.

Medical News

Il Consiglio dei Ministri spagnolo ha approvato il decreto che permette, l’uso, l’autorizzazione di distribuzione dei farmaci e dispositivi medici per uso umano da parte degli infermieri.

La facoltà di prescrivere medicinali soggetti a prescrizione medica resta di competenza esclusiva dei medici. La novità è che gli infermieri potranno indicare e utilizzare autonomamente i medicinali non soggetti a prescrizione medica ma anche alcuni medicinali soggetti a prescrizione medica che saranno individuati in appositi protocolli e linee guida per la pratica clinica e la cura, concordati con le organizzazioni collegiali di medici e infermieri e convalidati dall’Agenzia che regolamenta la qualità del Sistema sanitario nazionale.

Un comitato stabilirà i criteri generali, la struttura e il contenuto minimo di tutti i protocolli, i criteri per la valutazione, la lista dei farmaci e dei gruppi di farmaci che gli infermieri potranno somministrare e la promozione dei protocolli considerati di particolare interesse per il Sistema Sanitario Nazionale.

Inoltre saranno stabiliti nuovi requisiti per l’accreditamento degli infermieri abilitati all’attività di prescrizione dei farmaci che dovranno essere in possesso della laurea in infermieristica e, per le cure specialistiche, anche del titolo di infermiere specializzato. Previsti anche appositi corsi di formazione pe rla prescrizione e l’utilizzazione dei medicinali.
Gli infermieri con i requisiti formativi necessari avranno cinque anni di tempo per acquisire le competenze formative ulteriori necessarie alla prescrizione