Medical News

Eccesso di attività fisica può far aumentare radicali liberi

Prova costume in arrivo, e succede che chi si sente sovrappeso decida all’improvviso di sottoporsi a un tour de force di allenamenti per perdere velocemente gli imbarazzanti rotolini di grasso. Ma, secondo i medici, l’idea è pessima e sottopone il 30% degli sportivi occasionali ad uno tsunami ossidativo. L’allarme arriva dal Congresso della Società Italiana di Nutrizione Clinica dove è stato spiegato che a seconda di come viene effettuato l’esercizio fisico, questo può trasformarsi da prezioso strumento di prevenzione a fattore di rischio per la salute. “Un eccesso di attività fisica può determinare un aumento dei radicali liberi e dello stress ossidativo che le normali difese dell’organismo non riescono a fronteggiare”, spiega Luigi Iorio, Presidente dell’Osservatorio sullo Stress Ossidativo. “Se nei soggetti allenati le sostanze antiossidanti dell’organismo assunte con un’alimentazione equilibrata rimettono il sistema in equilibrio, negli atleti occasionali la barriera antiossidante non è abbastanza efficiente a contrastare lo tsunami ossidativo”.