Medical News

Spruzzati biomateriali che favoriscono la rigenerazione

“Dipingere” il cuore con una “bomboletta spray” molto speciale può favorire la riparazione del muscolo cardiaco dopo un infarto, il tutto con un trattamento mini-invasivo. E’ quanto dimostra una ricerca preliminare su animali condotta presso l’Università della Carolina del Nord: biomateriali vengono spruzzati in forma di spray direttamente sulla superficie del cuore danneggiato da infarto e formano un gel che aiuta il cuore a ripararsi senza bisogno di punti di sutura e di chirurgia a torace aperto.
L’idea è stata presentata sulla rivista Tissue Engineering, Part C e costituisce un avanzamento rispetto alla ricerca in corso sui cerotti rigenerativi sperimentati finora, che richiedono una chirurgia a torace aperto. Gli autori del lavoro – Junnan Tang e Adam Vandergriff – si sono ispirati alle vernici spray in uso nell’industria delle costruzioni. Lo spray che hanno realizzato è composto da due biomateriali porosi che favoriscono la riparazione del cuore e che rappresentano anche un vettore per trasportare localmente dei farmaci o fattori di crescita, per promuovere formazione di nuove cellule cardiache.

Medical News

Da ministero della Salute un decalogo di consigli

Dagli spray che possono andare negli occhi ai brillantini delle maschere e i trucchi che possono dare allergia: sono tante le cose che bisogna ‘tenere d’occhio’ quando si veste di maschera il proprio figlio per il Carnevale. Ecco perchè il ministero della Salute ha pubblicato un decalogo sulle possibili ‘insidie’ che possono nascondersi in maschere, costumi e gadget.
Il primo consiglio è di non spruzzare schiume e stelle filanti spray negli occhi. Non sono giocattoli e si rischiano danni alla cornea. Meglio evitare di spruzzarle addosso alle persone o sui vestiti, perchè potrebbero raggiungere pelle e viso, e di usarle vicino alle fiamme, anche piccole come le candeline da torte. Molti sono infatti infiammabili.
Se si comprano delle maschere decorate con brillantini colorati, bisogna fare attenzione a che questi non si stacchino facilmente, penetrando in occhi, naso e bocca, e ai coloranti contenuti, che possono irritare la pelle. E’ bene controllare anche le piccole parti dei costumi, come i bottoni, che si staccano facilmente e possono finire ingoiati, o i laccetti vicino il collo, che se stretti inavvertitamente possono strangolare.
Se il costume e i gadget hanno cattivo odore, meglio non farli indossare, perchè potrebbero contenere sostanze chimiche tossiche. Quando si acquista un costume bisogna controllare che sia classificato come giocattolo (marchio CE): solo così si ha la garanzia di non infiammabilità.
Circa gadget e accessori delle maschere (come spade, caschi, bacchette magiche, coroncine), accertarsi che non abbiano bordi affilati e parti metalliche taglienti, mentre per i trucchi è meglio usare prodotti ipoallergenici, adatti all’età, controllare la data di scadenza, evitando quelli a basso prezzo e non acquistati nei canali di vendita autorizzati, e magari testarli prima su un lembo della pelle del bambino (generalmente dietro l’orecchio) per verificare una sua eventuale sensibilità. Per rimuovere tutto, meglio uno struccante delicato. Il trucco, conclude il decalogo, non va messo sulle parti delicate come occhi e bocca.