fbpx

Tai chi per la salute degli anziani con demenza

Al via in GB progetto triennale con vari gruppi di pazienti

Al via un progetto di ricerca per insegnare ad anziani con demenza la pratica del Tai Chi. Denominato TACIT trial: TAi ChI for people with demenTia, il progetto sarà coordinato da ricercatori delle Bournemouth University, Plymouth University, University of Southampton con l’obiettivo di vedere se l’arte marziale è in grado di migliorare in modo tangibile la salute psicofisica dei pazienti coinvolti.

Pratica antichissima, il Tai Chi è stato testato in diverse ricerche dimostrando i suoi effetti benefici per la salute nei suoi diversi aspetti. Di recente uno studio sul Journal of Alzheimer’s Research ha dimostrato che la pratica per tre volte a settimana il Tai chi per otto mesi di seguito è legata ad aumento del volume cerebrale e miglioramento delle capacità mnemoniche suggerendone potenziali effetti protettivi conto le demenze.

In questo progetto triennale britannico diversi gruppi di anziani con demenza saranno coinvolti in classi di Tai chi per vedere se la pratica di questa disciplina cinese li aiuterà a mantenersi attivi, migliorandone la salute globale, l’equilibrio e, quindi, riducendone il rischio di cadute