MEDIC@L News

Terapia personalizzata in Reumatologia, facciamo chiarezza. Intervista al dott. Pistone

Si può davvero parlare di terapia personalizzata per i malati reumatici, visti nella loro specificità,? I tempi sono sufficientemente maturi per applicarla? Ne abbiamo parlato con il dott. Giovanni Pistone, Responsabile dell’UOS di Reumatologia presso l’A.R.N.A.S. Ospedale Civico “Di Cristina” di Palermo.

Da quando alcune decine di anni fa le Malattie Reumatiche si curavano solo con l’aspirina ad oggi le cose sono notevolmente cambiate. Oltre alle cure rivolte ad alleviare il dolore, che è la prima aspettativa del malato e che consistono in sempre più numerosi e sofisticati farmaci antidolorifici ed antinfiammatori, attualmente è disponibile la cosiddetta terapia personalizzata.

Nel fare chiarezza attorno all’ argomento della terapia personalizzata, il dott. Pistone precisa che l’applicazione della terapia personalizzata debba collegarsi necessariamente ad un aspetto imprescindibile: la individuazione dei biomarkers. In medicina, esempi di biomarcatori sono costituiti da composti radioattivi utilizzati in ambito diagnostico, da particolari anticorpi associati a una specifica infezione o da antigeni quali l’antigene prostatico specifico. Se il marker viene usato come un indice di malattia, dovrebbe essere prodotto solo in presenza di tale malattia. Pochi marker soddisfano tuttavia queste esigenze.
L’intervista al dott. Pistone è stata realizzata dal direttore di Medicalive Magazine Salvo Falcone nell’ambito dell’evento dal tema “Diagnosi e trattamento precoce con i farmaci biologici. Personalizzazione della terapia” svolto nella sede dell’Ordine dei Medici di Palermo su iniziativa dell’ASIMAR, Associazione Siciliana Malati Reumatici di cui è presidente Teresa Perinetto. Il convegno, al quale si è registrata una notevole partecipazione di pubblico, è stato organizzato da AV Eventi e Formazione con il supporto non condizionante di Fresenius Kabi.
[divide]Vai allo speciale con tutte le interviste realizzate all’evento