fbpx

Il tessuto grasso responsabile dell’emicrania cronica

Ricerca neurologici Molinette ‘accusa’ le adipochine

Sono ‘nascosti’ nei tessuti adiposi i principali responsabili dell’emicrania cronica, una delle forme più invalidanti del mal di testa, che colpisce fino al 3-4% della popolazione adulta. Uno studio condotto all’ospedale Molinette di Torino da un gruppo di ricerca della I Clinica Neurologica universitaria, coordinato dai professori Lorenzo Pinessi e Innocenzo Rainero, accusa le adipochine, molecole di natura proteica secrete dal tessuto adiposo. Lo studio è stato pubblicato su ‘Cephalalgia’, considerata la più importante rivista scientifica internazionale sulla cefalea.

I ricercatori hanno scoperto che negli emicranici cronici aumentano notevolmente i livelli delle concentrazioni plasmatiche di due adipochine (adiponectina e resistina) che, al pari delle altre molecole della stessa classe, possono regolare l’attività del sistema immunitario, il peso corporeo, i processi infiammatori e la resistenza all’insulina.

La ricerca apre quindi la strada – sostengono gli autori – a nuove strategie terapeutiche: “il controllo delle alterazioni metaboliche, tramite specifici farmaci e con uno stile di vita corretto, attività fisica regolare, èerdota di peso e controllo dello stress, possono migliorare in modo significativo il dolore cronico e le disabilità correlate”.