fbpx

Topi obesi dimagriscono con una sostanza bruciagrassi

Agisce solo sulle cellule dell’intestino

E’ riuscita a far dimagrire dei topi obesi agendo direttamente e in modo specifico sulle cellule intestinali: e’ la nuova sostanza bruciagrassi sviluppata dai ricercatori coordinati da Frank Gonazalez, del National Cancer Institute di Bethesda, e descritta sulla rivista Nature communications. Il composto, che si chiama Gly-MCA, funziona in modo ‘intelligente’, perche’ controlla e limita in modo selettivo l’azione di uno dei fattori che regolano il metabolismo, il recettore Fxr degli acidi biliari. Gli acidi biliari si legano al recettore Fxr che si trova nelle cellule intestinali, svolgendo funzioni importanti per il metabolismo. Finora lo sviluppo di farmaci anti-obesita’ capaci di agire sul recettore Fxr si era rivelato difficile, perche’ potevano prodursi conseguenze, positive e negative per il metabolismo, a seconda del tessuto in cui si trovava il recettore Fxr. In questo caso i ricercatori hanno creato un farmaco basato sugli acidi biliari, ma in grado di resistere all’azione di decomposizione dei batteri dell’intestino e assorbito in piccolissime quantita’ nel sangue. Il farmaco inibisce il recettore Fxr solo nelle cellule intestinali, e non nel fegato, dove le concentrazioni sono troppo basse per avere effetto. Gli studiosi lo hanno somministrato a cinque topi obesi, che hanno perso peso e visto migliorare le loro funzioni metaboliche. Il che lo rende un composto molto promettente per diventare un farmaco contro l’obesita’ e le malattie metaboliche.