fbpx

TUMORI AL CAVO ORALE, CONGRESSO DEGLI ODONTOSTOMATOLOGI

MILANO – I tumori del cavo orale riguarderanno quest’anno 111 mila italiani con una sopravvivenza dell’80% se la diagnosi è precoce. Il dato (fonte Airtum) è stato diffuso alla vigilia della prima Giornata della prevenzione promossa dall’Aooi (Associazione otorinolaringologi ospedalieri italiani) per il 10 aprile. Su queste neoplasie che possono colpire bocca, ghiandole salivari, lingua e gola, si confronteranno gli esperti riuniti da domani 9 aprile a sabato 11 al Centro congressi San Raffaele di Milano, per il XXII Congresso nazionale del Collegio docenti universitari di discipline odontostomatologiche.
“Per rispondere alla crescente richiesta di tutela della salute dei cittadini – dichiara il professore Enrico Gherlone, primario di Odontoiatria all’Irccs di via Olgettina e presidente del Collegio – ho esortato la partecipazione di tutti i maggiori esponenti dell’odontoiatria accademica, delle associazioni, delle società scientifiche e dei liberi professionisti, perché mai come adesso è importante trasmettere al pubblico messaggi condivisi e chiari: l’importanza della ricerca scientifica, l’importanza di agevolare i giovani verso la professione odontoiatrica e la centralità della prevenzione”.
L’evento farà anche il punto sul rapporto insorgenza tumore e cibo perché tra alimentazione e salute del cavo orale, secondo gli odontostomatologi, c’è una correlazione diretta. Più la nutrizione si allontana dalla normalità, più si manifestano rilevanti disturbi orali come mucositi e danni all’apparato dentale e masticatorio. Quindi in linea con la mission di Expo 2015 di Milano, il congresso si occuperà dell’importanza della dieta. La prevenzione, attraverso una sana alimentazione e una accurata igiene orale, riveste un ruolo fondamentale, avvertono gli esperti.
8 Aprile 2015