fbpx

I virus sui giocattoli resistono fino a 24 ore

Possibile causa di infezioni

Attenzione ai giocattoli. Alcuni virus, come ad esempio quello dell’influenza, possono attecchirvi e ‘sopravvivere’ per molte ore, fino a 24, aprendo la strada alle infezioni e facendo così ammalare i piccoli. E’quanto emerge da una ricerca della Georgia State University, pubblicata online sulla rivista The Pediatric Infectious Disease Journal
.

Gli studiosi hanno ‘infettato’ un giocattolo in plastica, una piccola rana parlante, con un virus, in un ambiente a 22 gradi celsius e ad umidità relativa del 40 per cento o del 60 per cento. Sono stati in grado di recuperare particelle virali infettive fino a 24 ore dopo la contaminazione a un’umidità relativa del 60 per cento, e fino a 10 ore con un’umidità relativa del 40 per cento, quella più comune in ambienti interni. “Le persone non pensano davvero che sia possibile prendere i virus da oggetti inanimati” spiega l’autore della ricerca, Richard Bearden. L’esperto, per ridurre al minimo il problema, consiglia una decontaminazione, soprattutto dei giochi che vengono condivisi. Ad esempio, è consigliato il candeggio frequente a casa, l’eliminazione dei giochi dalle sale di attesa dei medici e un piano eliminazione dei virus che includa maniglie delle porte, tasti dell’ascensore e altre superfici condivise.